martedì 31 Gennaio 2023

redazione@obiettivonews.it - 342.8644960

Direttore Responsabile: Magda Bersini

spot_img

“HO VOGLIA DI UNA RELAZIONE CHIARA!”

Dalla posta del​​ cuore della scrittrice​ Alessandra Hropich

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI:

“Alessandra, ho sempre avuto storie passeggere, senza importanza. Ora, alla soglia dei trent’anni, vorrei impegnarmi ed infatti, sono uscita con un ragazzo al quale, dopo pochi giorni, avrei il desiderio di chiedergli subito che intenzioni ha. Non mi lamento di certo della mia nuova conquista, dopotutto non ci siamo nemmeno dati ancora un bacio ma ho visto il suo sguardo ogni volta molto interessato a me ed ho voglia di concretizzare, sai, gli anni passano e non vorrei uscire ancora con lui se non so in anticipo cosa esattamente cerca. Mi dici se sono esagerata a chiedergli cosa ha in mente lui esattamente per noi?”

(Scrive Gabriella B. da Salerno)

Cara Gabriella, a noi donne viene riconosciuta una certa tendenza a farci troppe domande su ogni questione. C’è chi dice anche che siamo cervellotiche, troppo pensanti.

Ma, addirittura il fatto di immaginare e di voler progettare il futuro con una persona di cui non sai ancora nulla,  è soltanto indice di ansia.

Non ti conosco ma vorrei chiederti se tendi a voler programmare tutto cercando di tenere ogni cosa sotto controllo, se davvero pensi di accordarti con i sentimenti delle persone e fare delle previsioni, se così fosse, sarebbe un bel problema.

Più in generale, è  tipico di molte donne il pensiero che, quando incontrano un uomo, se poco poco ci stanno bene e sentono di avere delle cose in comune con lui, si fanno il film per cui quello è l’uomo della loro vita e, forse, anche il padre dei loro figli.

Cara Gabriella, ci sarebbe un solo un modo per chiarire il dubbio e ne approfitto per dirlo a te e a tutte: chiedere al malcapitato se anche lui si sta facendo il vostro stesso film, o se lui ne sta proiettando uno diverso nel suo cervello, o magari nessuno (sempre in virtù dei famosi due neuroni che caratterizzano il cervello maschile).

Mentre le donne pensano che potrebbe essere “quello giusto”, lui (mi riferisco ad un qualsiasi lui) magari ha solo voglia di fare un po’ di sesso senza troppi pensieri e non sa neanche quello che farà la prossima settimana, figuriamoci per i prossimi dieci o vent’anni.

Ed ancora, se lui non richiama una donna, dopo una o più uscite, scattano nella testa femminile i pipponi classici del tipo:  “Forse ho fatto oppure ho detto qualcosa di sbagliato che lo ha allontanato!”

Sì perché mentre le donne decollano con la fantasia e si immaginano la vita insieme a lui, come arrederanno la casa, quale sarà il nome da dare ai figli e pianificano gli itinerari delle vacanze per i successivi trent’anni, gli uomini sono infinitamente più pragmatici e, generalmente, non sanno nemmeno cosa faranno nei prossimi giorni.

Questa è la pura realtà, Gabriella, se mi permetti, ti consiglio di non prendere nulla sul serio almeno all’ inizio, divertiti, se davvero trovi quello con cui starai bene, te ne accorgerai/ve ne accorgerete senza farti pippe mentali oggi su qualcosa che non è ancora nato.

Posso altresì aggiungere che le cose capitano quando meno te le aspetti, magari incontrerai 

l’ uomo che ti fa innamorare quando proprio non vorresti perché sarai piena di impegni di lavoro e dirai che, quello, non è il momento ideale oppure mentre frequenti un altro e dovrai scegliere.

Perché la vita, l’ amore, gli incontri giusti non chiedono il permesso e non avvertono, capitano e basta. Senza ansia, tutto viene meglio.

Ricordo una frase che mi dissero da piccola che mi sono sempre ricordata nel tempo perché le persone si incontrano, non si cercano:

L‘​ amore non nascedalla noia ma dalla​ pienezza​ dellavita!”

"HO VOGLIA DI UNA RELAZIONE CHIARA!"
Alessandra Hropich

© Riproduzione riservata

------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img