sabato 23 Gennaio 2021

CUORGNÈ – “Per un finale diverso”, incontro per la giornata internazionale contro la violenza di genere (INTERVISTE)

CUORGNÈ – In occasione della giornata mondiale contro la violenza di genere, sabato 18 novembre in Trinità, si è tenuto l’incontro “Per un finale diverso”, un momento per riflettere sul tema e per tenere acceso un faro sul percorso difficile delle donne vittime di violenza.

“Per questo evento abbiamo collaborato con i ragazzi del Rotaract Club- spiega Sabrina Mannarino, consigliere delegato alle politiche sociali del Comune di Cuorgnè- L’idea che sta alla base dell’iniziativa è quella di far sapere ai cittadini che le istituzioni sono presenti e quest’oggi sono con noi la Questura di Torino, la Città Metropolitana con il consigliere alle pari opportunità Silvia Cossu, il maresciallo Bertoneri della stazione di Cuorgnè, Linuccia Amore, vice Comandante della Polizia Locale di Cuorgnè, l’ASL To4 e la comunità Fragole Celesti. In contemporanea alla manifestazione odierna abbiamo creato dei pieghevoli di sensibilizzazione sul tema, al cui interno si possono trovare i numeri da contattare per chiedere aiuto (il numero unico di emergenza 112 e il numero antiviolenza 1522), oltre ai recapiti dei centri antiviolenza di San Maurizio Canavese e di Ivrea”.

“Per un finale diverso è un bando di concorso creativo rivolto agli studenti del triennio degli istituti superiori 25 Aprile, Liceo artistico Faccio, IIS Santissima Annunziata- illustra invece Roberta Bianchetta, presidente del Rotaract Cuorgnè e Canavese – Ci siamo recati nelle scuole e abbiamo proposto questo bando ai ragazzi: abbiamo chiesto loro di spiegarci qual è il loro pensiero sul tema della violenza di genere. L’adesione al concorso è stata alta e ci sono pervenuti 13 progetti tra manifesti e video realizzati dagli studenti. Il risultato perciò è ottimo e in tutte le opere presentate traspare il lavoro, la riflessione, il punto di vista di questi giovani sul tema della violenza di genere”.

“Se anche solo una persona presente ai nostri eventi trova il coraggio di chiedere aiuto possiamo considerare il nostro obiettivo raggiunto” concludono Mannarino e Bianchetta.

GUARDA IL VIDEO

Leggi anche...