mercoledì 3 Marzo 2021

SAN FRANCESCO AL CAMPO – Il Lions Club Valli di Lanzo ha presentato i service in programma

SAN FRANCESCO AL CAMPO – Venerdì 10 novembre, presso il “Romantik Hotel Furno”, il Lions Club Valli di Lanzo ha presentato i “service” in programma per l’anno 2017-2018.

[su_slider source=”media: 99248″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

“Si stanno portando diverse idee – sostiene il presidente Carlo Borgarello – La principale riguarda il restauro dell’altare di padre Picco nella chiesa parrocchiale di Nole. Contiamo di inaugurare il lavoro in

primavera. Questo imponente altare è il primo a sinistra dell’altar maggiore ed è detto anche delle anime, perchè legato appunto alla preghiera di suffragio per le anime del purgatorio. Fu costruito e mantenuto a cura della compagnia del suffragio eretta presso quest’altare nel 1698. È un retablo ligneo imponente , finemente sculturato e dipinto con ornamenti dorati”.

Rivelanti sono le attività proposte alle scuole superiori e medie, coincidenti con due progetti distinti. Commenta il segretario l’Avvocato Mauro Rubat Ors: “Desideriamo svolgere un censimento delle ville storiche della vallata coinvolgendo i principali istituti. Intendiamo concentrarci su villa Massa di Mezzenile e quella della famiglia Pastrone. Inoltre, svolgeremo la seconda parte del lavoro di ricerca su villa Franchetti”.

[su_slider source=”media: 130297,125676,110138″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Le scuole medie, invece, aderiranno al concorso: “ La storia dell’arte e l’arte nella storia del vostro territorio”. Spiega il Dottor Francesco Donalisio: “Le terze medie dovranno svolgere una ricerca sui beni architettonici del proprio paese. Gli elaborati migliori saranno premiati a fine anno scolastico”. Il gruppo, inoltre, tramite l’apporto di personalità di professioni diverse, inizierà un lavoro pluriennale su “Etica e Società”.

“A ventisette anni di distanza dalla prima pubblicazione, – dichiara Guido Braida – intendiamo riprendere le medesime tematiche dopo quasi tre decenni. Saranno affrontate questioni concernenti l’ambito medico, economico e della comunicazione”. Il Lions Club ritornerà all’istituto Albert di Lanzo per parlare di tumori giovanili con il progetto “Martina”, mentre sarà riproposta l’attività “Un poster per la pace”. Il club locale, infine, appoggia anche iniziative internazionali come la campagna di vaccinazione in Burkina Faso, la raccolta degli occhiali nel centro di Chivasso e la giornata del farmaco.

[su_slider source=”media: 119356,116078,109265″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

[su_slider source=”media: 130212″ limit=”100″ link=”image” target=”blank” width=”1600″ height=”220″ title=”no” arrows=”no” pages=”no” mousewheel=”no” autoplay=”0″]

[su_slider source=”media: 100996,100993,109272″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Leggi anche...