NOTIZIARIO DAL MONDO – ORE 08:30 – Le notizie dal mondo del 14 gennaio 2016 – in flash

TURCHIA – ESPLODE AUTOBOMBA IN STAZIONE DI POLIZIA01 turchia 1 (Rid)

Espolosa un’autobomba in una stazione di polizia a Cinar, nella provincia a maggioranza curda di Diyarbakir, attaccandola poi con razzi e armi da fuoco. L’azione è stata compiuta dai ribelli curdi. Trentanove i feriti tra i quali anche civili. La potenza dell’esplosione ha distrutto parte del muro della stazione.

GIAPPONE – FORTE SCOSSA DI TERREMOTO

02 giappone 1 (Rid)Una forte scossa di magnitudo 6.7 e’ stato registrato vicino alla costa dell’isola di Hokkaido, nel nord del Giappone.     Non e’ stato diramato alcun allarme tsunami. Non ci sono notizie di feriti o danneggiamenti.

 

INDONESIA – ESPLOSIONE COLPISCE IL CENTRO DI GIACARTA03 indonesia (Rid)

Una forte esplosione ha colpito il centro di Giacarta di fronte al centro commerciale Sarinah, seguita da colpi di pistola, in una zona che ospita anche molti hotel di lusso, ambasciate e uffici. Sul posto sono presenti molti agenti di polizia, che impediscono ai reporter di avvicinarsi. Al momento non emergono notizie certe al riguardo.

TURCHIA – KAMIKAZE AVREBBE APPENA CHIESTO ASILO PRIMA DELL’ATTACCO

04 turchia 1 (Rid)l kamikaze che ha ucciso 10 turisti stranieri, tutti tedeschi, a Istanbul aveva chiesto asilo in Turchia il 5 gennaio scorso, una settimana prima dell’attacco.  L’attentatore, un 28enne siriano nato in Arabia Saudita, avrebbe presentato la domanda di asilo all’ufficio dell’immigrazione in compagnia di altri 4 uomini. Le indagini sono in corso per cercare di identificare i suoi accompagnatori.

FRANCIA – TRE I MORTI A CAUSA DELLA VALANGA05 francia 1 (Rid)

Sale a tre il bilancio dei morti per la valanga sulle Alpi francesi: due gli studenti tra le vittime, la terza è uno sciatore ucraino

 

 

 

POLITICA – APPROVATO ALLA CAMERA IL DECRETO LEGGE ILVA

06 ilva 1 (Rid)È stato approvato alla Camera il decreto legge Ilva. Ora il testo passerà al Senato. Con l’approvazione del decreto Ilva si avrà lo stanziamento di 800 milioni per il risanamento ambientale e le bonifiche; 300 milioni per gli stipendi e i fornitori; 35 milioni per i creditori dell’indotto attraverso il Fondo di Garanzia per le PMI, ferma restando l’A.I.A., Autorizzazione Integrata Ambientale. “Ora si aprono due questioni importanti da seguire – affermano i deputati Vico e Pelillo – da marzo la tutela del reddito per i lavoratori Ilva in contratto di solidarietà; la vigilanza sugli asset e piano industriale per garantire la siderurgia italiana da fornire ai nuovi acquirenti”.
[rev_slider_vc alias=”bannerpc”]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here