venerdì 25 Giugno 2021
venerdì, Giugno 25, 2021
spot_img

INGRIA – “Ingria C’è”: “A Natale tutte le strade conducono a casa”

INGRIA – Il periodo di avvicinamento al Santo Natale della piccola Comunità Ingriese si è concluso domenica scorsa alla tradizionale festa dei bambini con la maga Lilith, che ha incantato il pubblico con le sue note doti magiche e di trasformismo:

ma senza dubbio l’evento clou del dicembre ingriese è stato il mercatino natalizio “Tchouse de Deinial”, che alla sua prima edizione di prova si è trasformato in un insperato successo, con tanta gente accorsa dalla Valle (sono stati coinvolti tutti i commercianti compreso il gruppo di Pianeta Neve che gestisce le piste sciistiche di Piamprato) e anche dalla pianura. Il successo della manifestazione è scaturito non solo dalla passione degli organizzatori del Comune e della Pro Loco (che da circa due mesi s’adoperavano per organizzare non solo a livello pratico ma anche comunicativo l’evento), ma pure dal Capoluogo che, addobbato a festa come un salotto natalizio, ben si è prestato ad accogliere i turisti in un reale clima di presepe di montagna, composto da zampognari, fisarmoniche, asinelli, come da tanti banchetti d’oggettistica e prodotti tipici.

Di particolare simpatia sono stati i coscritti del 98-99 che hanno distribuito torte e vin brulè e i gestori del “Paradasino”, che hanno guidato i numerosi bimbi al dorso dei loro asinelli natalizi lungo le viuzze di Ingria. La manifestazione si è poi conclusa a cena, in allegria al suon delle fisarmoniche degli immancabili Marco e Gabriele: come curiosità segnaliamo la decisione dell’Amministrazione Comunale di aderire proprio durante la manifestazione, al progetto solidale della onlus “We World”, che aveva allestito un banchetto di presepi grazie all’impegno del volontario Andrea Amoroso, collaboratore scolastico della scuola media di Cuorgnè. “We World è un’organizzazione con l’obiettivo di garantire e difendere i diritti dei bambini e delle donne con istruzione, salute e protezione da violenze e abusi, nella nostra nazione ma soprattutto nel Sud del Mondo.

Pensiamo che difendere i diritti contribuendo al miglioramento delle loro condizioni di vita sotto molteplici aspetti (economico, educativo, sanitario, sociale, culturale e politico) sia un’ottima iniziativa, soprattutto se rapportata al fatto che questi aiuti debbano essere principalmente erogati nei loro paesi d’origine, contribuendo ad evitare così le numerosi stragi di migranti in mare che ogni giorno leggiamo su tutti i mezzi di comunicazione” sono queste le parole e gli intenti dell’Amministrazione Comunale Ingriese, che ha quindi deciso di acquistare un presepe per ogni famiglia residente, i quali proventi verranno donati in beneficenza tramite We World ( www.weworld.it ).

I festeggiamenti del piccolo Comune riprenderanno la sera del 5 gennaio, quando in occasione del “Befana disco party” al Bar Pont Viej, verranno ufficialmente presentati e premiati i nuovi Coscritti della Val Soana delle leve del 1998 e ’99. L’Amministrazione e la Pro Loco colgono quindi l’occasione per ringraziare tutti i cittadini e i turisti che hanno dimostrato attaccamento a Ingria, partecipando con entusiasmo a tutte le manifestazioni del 2015, ribadendo ancora una volta che “Ingria C’è”: anche per questa ragione si è scelta per gli auguri la frase di Marjorie Holmes “A Natale tutte le strade conducono a casa”, come segno di conciliazione con i luoghi da dove provengono le origini e le tradizioni delle nostre famiglie.

[Best_Wordpress_Gallery id=”1977″ gal_title=”01-01-01 Pubblicità”]

spot_img
spot_img
spot_img