mercoledì 28 Settembre 2022

redazione@obiettivonews.it - 342.8644960

spot_img

Direttore Responsabile: Magda Bersini

CRONACA – NOTIZIARIO DAL MONDO – ORE 13,00 – 07/11/14

CRONACA – NOTIZIARIO DAL MONDO – ORE 13,00 – 07/11/2014

RENZI SPINGE SULLE RIFORME, ITALICUM VERSO IL SENATO

BOSCHI, CON FI VICINI AD UN ACCORDO MA AVANTI COMUNQUE

Il premier Renzi prosegue il pressing su Forza Italia in tema di riforme: ‘Il patto del Nazareno non può essere fermato perché qualcuno ha paura di mandare avanti. Se qualcuno temporeggia, noi andiamo avanti anche da soli’. E annuncia che ‘la settimana prossima incardiniamo il testo della legge elettorale in Senato’, prospettando un sistema con ‘la possibilità per la maggior parte dei parlamentari di essere eletti con le preferenze e gli altri con un sistema bloccato’. Il ministro Boschi rincara: con Fi sulla legge elettorale ‘siamo molto vicini ad un accordo’, ma il Patto del Nazareno si è arrestato ‘perché dentro Fi non si mettono d’accordo tra di loro. Noi però non ci possiamo fermare’. Dopo l’intesa sulla Consulta M5S intanto rilancia: ‘il nuovo capo dello Stato eleggiamolo con lo stesso metodo’, propone Di Maio.

 

PADOAN, RINVIO GIUDIZI UE SU MANOVRA E’ UN FATTO TECNICO

POLEMICA SULLO SCORPORO? CI SONO MOLTI MODI PER INVESTIRE

Il rinvio a fine mese del giudizio della legge di stabilità, da parte della Commissione Ue, ‘è un fatto tecnico, dettato dal fatto banale che c’è stato un cambio di guardia alla Commissione e i nuovi commissari hanno bisogno di più tempo perché hanno iniziato a lavorare un giorno fa’: così il ministro dell’economia Padoan che torna sulle polemiche sullo scorporo degli investimenti dal calcolo del deficit: ‘l’Europa deve investire di più in ricerca e innovazione e questo si può fare in molti modi’. Renzi a sua volta chiarisce: ‘L’Italia deve farsi sentire in Europa con maggiore forza non per fare cose contro gli altri Paesi, ma per essere più credibili. Non è la battaglia di Renzi contro un commissario o un presidente’.

 

MALTEMPO: ALLAGAMENTI A ROMA, DONNA FERITA DA ALBERO CADUTO

VENTO E PIOGGE INTENSE, ANCORA DISAGI IN TUTTO IL CENTRO-SUD

Mattinata di disagi a Roma per l’ondata di maltempo che da ieri ha investito la capitale. Aperte le scuole dopo le polemiche per la chiusura decisa ieri, ma continua a piovere: allagamenti e

traffico in tilt in molte zone, chiusa la stazione della metro A di ‘Repubblica’. All’Alberone una donne è rimasta ferita per la caduta di un albero. Allagamenti pure sul litorale, voragine a

Fregene. Tempesta di vento sul golfo di Napoli, isolata ancora Capri. vento e piogge intense anche su Calabria e Puglia, scuole chiuse in molti centri, anche a Catanzaro, Reggio Calabria e Crotone e nel Tarantino; mareggiate sullo Jonio.

 

LA BORSA DI MILANO PARTE INCERTA, SPREAD IN CALO

FRENANO LE BANCHE, TELECOM IN RIALZO DOPO I CONTI

Partenza in leggerissimo rialzo per Piazza Affari che registra un clima incerto. In crescita Enel green power, Mps e Pirelli. bene anche Telecom dopo i conti del trimestre che evidenziano un ritorno all’utile, atteso comunque dagli analisti. Avvio in flessione per lo spread, sceso a 152 punti.

 

 

GERMANIA, SOTTO ATTESE PRODUZIONE INDUSTRIA SETTEMBRE

RIPARTE L’EXPORT, SURPLUS COMMERCIALE SALE A 18,5 MILIARDI

Aumento sotto le attese per la produzione industriale della Germania a settembre, salita dell’1,4% contro la stima di +2% redatta da Bloomberg. Ad agosto la produzione era scesa del 3,1%, il peggior calo dal gennaio 2009. Nel terzo trimestre l’aumento è dello 0,4%. Riparte invece l’export che a settembre ha registrato un balzo del 5,5% dopo il crollo del 5,8% di agosto. In aumento anche le importazioni, +5,4% dopo il -1,3% di agosto. Il surplus della bilancia commerciale è salito così a 18,5 miliardi di euro dai 17,5 miliardi di agosto.

 

SPARATORIA IN CIOCIARIA, DUE MORTI E UN FERITO IN UNA CAVA

VITTIME I DUE TITOLARI, FRA LE IPOTESI TENTATIVO DI RAPINA

Due persone sono morte e un’altra è rimasta ferita in modo grave in una sparatoria avvenuta all’interno di una cava a Coreno Ausonio, in provincia di Frosinone. Le vittime sono due fratelli, di 63 e 73 anni, titolari della cava. Tra le prime ipotesi all’esame degli investigatori c’è quella che a provocare la sparatoria sia stato un tentativo di un furto.

 

 

MORTO UNO DEI FERITI NELL’ATTENTATO A GERUSALEMME

MOGHERINI AVVISA, TORNARE AL DIALOGO O VIOLENZA ESPLODERA’

E’ morto questa mattina un israeliano rimasto gravemente ferito nell’attentato di mercoledì scorso, quando un’auto ha investito alcuni passanti a Gerusalemme. L’età ed il nome della vittima non sono stati confermati anche se la radio militare israeliana parla di uno studente di 17 anni. Il capo della diplomazia Ue Federica Mogherini chiama al dialogo e avverte, in caso contrario ‘torneremo alla violenza’. Tensione a Gaza nell’anniversario della morte di Arafat con esplosioni nei pressi delle case di alcuni esponenti di al-Fatah: il premier Hamdallah annulla la sua visita prevista per domani.

 

GIAPPONE: VIA LIBERA AL RIAVVIO DI DUE REATTORI DI FUKUSHIMA

DECISIONE DELLA PREFETTURA, STRUTTURE CONFORMI A NUOVE NORME

La prefettura giapponese di Kagoshima, dove si trova la centrale nucleare di Fukushima, ha dato il via libera al riavvio di due reattori della centrale, Sendai 1 e 2, i primi ritenuti conformi alle norme rese più severe dopo l’incidente del 2011. ‘Tenendo conto dei diversi fattori nel loro insieme, ho giudicato che il riavvio delle unità 1 e 2 di Sendai sia inevitabile’, ha detto il governatore Yuichiro Ito. Per far ripartire i reattori manca ora soltanto il sì del primo ministro Abe, già scontato e che dovrebbe arrivare all’inizio del 2015.

 

(by ANSA)

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI:
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img