[label style=”important”]Ascolta l’articolo[/label][audiotube id=”KM2PYZkS9po” tiny=”yes”]

CUNEO – Nell’ambito dell’attività di contrasto al lavoro irregolare condotta con continuità dal Nucleo di Polizia Tributaria di Cuneo, i finanzieri del capoluogo hanno individuato il dipendente di un nosocomio sito in Provincia che,approfittando dei permessi retribuiti per l’assistenza ad un famigliare infermo si dedicava ad attività lavorative nel settore dell’edilizia.

gdf-cuneoDopo aver effettuato gli opportuni riscontri ed approfondimenti, i militari hanno constatato
che il lavoratore, nei giorni di assenza giustificata dall’ospedale, anziché assistere il
familiare ammalato si recava in un cantiere edile per eseguire opere di imbiancatura e
tinteggiatura.
L’attività “parallela” è terminata quando i militari del Nucleo PT hanno effettuato un
accesso nel cantiere dove il dipendente “infedele” era intento a svolgere lavori di tinteggiatura; alla vista dei militari, l’improvvisato tinteggiatore ha abbandonato scale e pennelli tentando di allontanarsi senza dare nell’occhio, ma inutilmente.
Al termine degli ulteriori accertamenti eseguiti sia presso la società di costruzioni impegnata nel cantiere che presso l’Azienda Sanitaria Locale, ove è stata acquisita la documentazione comprovante le richieste di permesso presentate dal dipendente,
scatteranno le sanzioni amministrative conseguenti alla violazione delle norme in materia di lavoro, previdenza sociale ed esclusività del rapporto di impiego a carico dei vari responsabili.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here