venerdì 27 Gennaio 2023

redazione@obiettivonews.it - 342.8644960

Direttore Responsabile: Magda Bersini

spot_img

PIEMONTE – Cannati, Cane e Leone: “Ripopoliamo i nostri corsi d’acqua”

Un appello alla Città Metropolitana per l'autorizzazione alle immissioni delle trote nei corsi d'acqua

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI:

PIEMONTE – Arriva un’interpellanza in Città Metropolitana di Torino che vede la sinergia tra il Gruppo Consiliare Lista Civica per il Territorio e la Lega Salvini Piemonte per l’ultimo step autorizzativo delle immissioni in natura di specie non autoctone nei corsi d’acqua, già libere in quelli afferenti le altre Provincie piemontesi.

“Abbiamo protocollato un’interpellanza in Consiglio Metropolitano – commenta Daniel Cannati Sindaco di Beinasco eletto nella Lista Civica per il territorio – per verificare in che termini l’ente intenda procedere con le immissioni nelle acque di competenza. È fondamentale dare una risposta immediata a tutte le realtà del settore che sono già in grave sofferenza”.

“A livello nazionale – commenta il Presidente della commissione Pesca del Consiglio regionale Claudio Leone – il percorso che la Lega ha portato avanti a tutti i livelli istituzionali si è concretizzato con la modifica del 25 febbraio 2022 introdotta con la legge ‘Proroga Termini’ e che in Regione Piemonte ha visto approvare un provvedimento analogo ma non ancora adottato dalla Città Metropolitana di Torino. Solo nei corsi d’acqua della Provincia di Torino è infatti ancora vietata l’immissione della trota fario mediterranea, trota fario atlantica, trota iridea e salmerino”.

“Un vincolo non superabile – conclude il consigliere leghista Andrea Cane, con delega agli Enti Locali per il Piemonte – poiché la Città metropolitana di Torino è competente alle immissioni ai sensi dell’articolo 19 del Regolamento regionale 1/R, abbiamo quindi lavorato in sinergia col Governo e con le altre Regioni italiane funzionalmente anche alla situazione difficile legata alle mancate precipitazioni e l’unico intoppo lo troviamo alla fine del percorso. Forse la Maggioranza che governa la Città Metropolitana non si rende conto che queste immissioni, da effettuarsi nel rispetto delle normative attualmente vigenti, rappresentano un’azione indispensabile per garantire il mantenimento del sistema ittico, con particolare riferimento alla gestione della pesca e di tutto l’indotto economico: per questa ragione ho collaborato con l’amico Daniel Cannati per presentare con particolare urgenza questa interpellanza per il bene del turismo e dell’economia dei nostri Comuni, in particolare per quelli posizionati nelle nostre montagne”.

PIEMONTE – Cannati, Cane e Leone: “Ripopoliamo i nostri corsi d’acqua”

© Riproduzione riservata

------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img