giovedì 22 Aprile 2021

LE CORNA… FONTE DI VITA!

Tradire ha un significato negativo per la società, per questo uomini e donne lo fanno cercando di non farsi scoprire, se è possibile.

Eppure il tradimento sembra essere la regola e gli uomini difficilmente riescono ad essere fedeli anche se è difficile che una donna non si accorga di un marito o compagno che sistematicamente la tradisce. E come si giustifica un uomo quando non ha più da tempo una vita sessuale con la propria compagna? Le racconta di aver raggiunto la pace dei sensi o cosa? Sarei curiosa di saperlo.
Nessun problema, tanto le coppie non si parlano, quindi l’argomento non viene sollevato perché si vive troppo spesso senza il dialogo.

Quanti uomini mi raccontano o so per certo che hanno dimenticato ogni attività sessuale con la propria signora ormai da tempo, ma poi ci tengono a sembrare pubblicamente fedeli alla moglie fino ad apparire inverosimili e ridicoli! Ma che gioco è?
Il voler sembrare fedeli ad ogni costo a donne che sono considerate dai diretti interessati come delle noiose sorelle, nella migliore delle ipotesi, è una vera farsa.
Ho dei vicini di casa benestanti, potrebbero essere sereni ma sembrano vivere una vita irreale per quanto sono falsi nell’atteggiarsi a seri e fedeli fino alla morte perché vivono come dei frustrati e rabbiosi e lo si legge già nel volto. E la felicità di una coppia si vede subito, non si può camuffare.
Se un uomo qualsiasi non fa più da tempo sesso con la moglie, due sono le ipotesi: o la fa con le altre, oppure, la sua attività sessuale è arrivata al capolinea.

Poi esiste la categoria (abbastanza estesa) di coloro che, pur essendo arrivati al capolinea, si cimentano in sole fantasie virtuali, con pensieri vari nel tentativo di provare l’ebrezza del sesso ormai dimenticato.
È tradimento il solo fantasticare per cercare di vivere comunque il sesso da soli e quindi senza la presenza fisica di una donna?
Personalmente non lo considero un vero tradimento, semmai un rimedio da “ultima spiaggia”,  dopotutto uno che immagina soltanto le donne, non tradisce nessuna ed è tipico di chi ha dei problemi il cercare qualcosa  che non si riesce a vivere più con una donna in carne ed ossa.

Una sentenza della Cassazione tuttavia dette ragione ad una donna che chiese il divorzio sentendosi tradita dal marito che era solito soddisfare i suoi appetiti sessuali di nascosto nel garage con una bambola gonfiabile collocata nel box.

Ma il tradimento vero, inteso come il frequentare ed avere una relazione con un’altra donna è proprio quello che dà nuova vita ad un uomo sposato, perché in genere, quando resta a lungo con la propria moglie, tende poi a trascurarsi e a diventare pian pianino sempre più demotivato e triste, si cura poco fisicamente e trascura la moglie facendola sentire quasi di troppo.
È raro vedere un uomo o una donna sposati da anni che mantengono nel tempo una cura particolare del proprio aspetto, ad eccezione di chi fa un lavoro di immagine oppure chi ha un’elevata autostima e mille interessi utili per sentirsi vivi comunque.

Come tanti, anche io, ho dato spazio nel periodo inizio pandemia Covid 19, a diverse nuove conoscenze virtuali, conoscenze che ho voluto talvolta approfondire anche dal vivo: un avvocato che ho riscontrato essere gioioso e vanitoso come lo immaginavo, un medico, altrettanto molto attento alla cura di sé e con grande senso dell’umorismo e molto infedele. Un imprenditore pieno di sogni e sempre desideroso di mettersi in gioco nella vita. Un commercialista molto sicuro di sé, con grandi progetti e prospettive. Ogni tanto incontro amici che spesso sono professionisti la cui conoscenza è nata prima nel virtuale, ebbene ne ho citati pochi conosciuti di recente, tutti sposati o separati ma comunque con una passione particolare vera per il gentil sesso e sono rimasti sempre miei amici.

Mentre con un solo commercialista l’incontro non è stato foriero di belle iniziative perché ho compreso di aver conosciuto uno che non vive con gioia ma che si accontenta di sognare le donne restando seduto alla sua postazione internet, da casa.
Immagino già la vita sedentaria di un commercialista unita alla vita di coppia quando non la si vive più con entusiasmo.

Non a caso, il Tizio deludente (di persona) che ho scelto qui di raccontare per ultimo, mi è parso come uno che non si cura granché, forse non amando sé stesso come dovrebbe e come sicuramente avrà fatto da giovane. Ma a cosa serve giocare a fare il traditore in una chat se poi, di persona, uno non sa essere splendido con un’amica di suo gradimento?
Essere splendidi non significa andare realmente a letto con un’amica ma, già il mostrarsi capaci e desiderosi di corteggiare una donna, significa essere aperti alla vita.
A cosa serve avere la moto, la macchina se poi non le usi per precipitarti a conoscere una donna simpatica che ti piace o con cui parli più che volentieri?
A cosa serve lamentarsi delle proprie beghe coniugali con qualche amico? Gli amici semmai definiscono come un matto o strano un individuo problematico che si chiude nei suoi problemi.
Certo è che il restare seduti spargendo complimenti sui social a donne che nemmeno si conoscono né ricambiano (il complimento) non significa amare realmente il gentil sesso ma vivere di sole illusioni, questo modo di fare appartiene al commercialista da me incontrato.
Trovo comunque molto frustrante il vivere cercando il piacere solo fantasticando qualcosa che non puoi più realizzare di persona.

Avevo uno zio che diceva alle donne di vedere in loro la luce del sole o la bellezza dei fiori in primavera, tutte le amava, a parole, poi faceva vivere nella malinconia e di sola sopportazione la propria moglie, trascurandola più o meno come il commercialista mio amico che non vive una vita di certo idilliaca con la moglie.
Tuttavia esistono le manie, ovvero quei comportamenti che soddisfano il solo bisogno di fare sempre determinate cose in modo ripetitivo e senza un senso concreto.
Ebbene ci sono anche le manie di natura sessuale da parte di chi ha problemi, manie di quelle persone che, nei rari momenti di eccitamento, si presentano con una disinibizione eccessiva perché si sentono euforici e con la sensazione  di avere enormi potenzialità personali, tutto in quei momenti appare come fattibile e possibile poi, puntuale, arriva la fase depressiva con umore basso. Le frasi scritte dal commercialista in chat, con le sue esternazioni euforiche e dalle grandi potenzialità di natura sessuale rappresentavano dei momenti di estasi a cui seguivano poi i classici momenti di tristezza o comunque apatici per le questioni ordinarie di tutti i giorni.

Questo dimostrare alti e bassi anche nel modo di raccontarsi in privato non ha nulla a che vedere con il volere realmente una donna ma sembra più simile a delle tipiche alterazioni dell’umore che hanno anche coloro che sono affetti da disturbo bipolare (che li porta ad alternare stati emotivi opposti) ed è una strana coincidenza, non essendo io psicologa, mi limito ovviamente solo ad immaginare le cause del comportamento del commercialista anche se credo che il suo problema fosse esclusivamente di natura sessuale di cui poi ha dimostrato di vergognarsene.
Non bisognerebbe mai vergognarsi di voler vivere l’amore e il sesso anche quando si hanno problemi e non è altrettanto salutare il voler sembrare fedeli a tutti i costi, come cerca di fare il commercialista e tantissimi come lui.
Dunque il fedele (per finta) accontenta sicuramente l’apparenza, quasi tutti lo crederanno appagato e, mentre lui si nasconde per sembrare un mare calmo, in realtà trattiene dentro il maremoto, questa è una vera bomba ad orologeria.

Ma questo è volutamente un articolo leggero e di riflessione, lungi da me il voler consigliare a tutti di dover tradire a tutti i costi, anzi, mi piacerebbe vedere uomini e donne capaci di tenere sempre alto l’interesse verso il proprio coniuge che non dovrebbe mai finire con l’essere considerato come una sola abitudine che circola per casa, una specie di peso morto da sopportare. Vorrei sapere di uomini e donne anzi carichi di entusiasmo verso il proprio partner esattamente come quando si incontrano clandestinamente con un altro/a.

Ma dovrebbero tutti porsi delle domande quando si guardano allo specchio, vedendo il proprio aspetto fisico e le relative trasformazioni causate anche dalla sofferenza, il fisico segue le nostre emozioni.
Ciascuno dovrebbe fare della propria vita un’opera d’arte cercando di godere la vita stessa dal primo all’ultimo giorno come un pieno diritto.

Provare un senso di incompletezza passando la propria vita a domandarsi il perché gli altri sembrano più felici, non serve a nulla se non ad uccidere la nostra anima.
Evitare di incontrare persone, il rimandare sempre le cose belle che andrebbero fatte per prima, significa ANESTETIZZARE la coscienza.

“OGNI OCCASIONE È PERSA E IL VUOTO CHE SI HA DENTRO PUÒ DIVORARE OGNI EMOZIONE SUL NASCERE!”

Quindi, il problema non è se tradire o no quanto la necessità di chiedersi cosa si vive realmente sul piano delle emozioni e se un compagno/a di vita ci fa sentire bene o come una barca in mezzo al mare in piena tempesta, senza nessuno che ci possa soccorrere.

Dunque, se il tradire fa rinascere l’entusiasmo verso la vita ed aumenta la propria autostima come sembra, beh allora viva le corna, viva la vita!

Il libro sulla felicità racconta anche storie di tradimenti e di grandi emozioni, per informazioni:
https://www.youcanprint.it/la-felicita-ve-la-do-io/b/62150c3f-b50b-5a3d-a224-ed8dd9c9c6b1

urbanlungo

Leggi anche...

spot_img