CINTANO – Una mattinata magica è ciò che hanno vissuto i partecipanti della terza edizione del “Canta El-vira” che si è tenuto ieri, domenica 6 ottobre, a Cintano.

Sei tappe gastronomiche, oltre a quella del ritrovo, alla scoperta dei prodotti canavesani di un tempo, come le miasse o il frit gris, e ancora il cavolo in bagnacauda, i formaggi e i salumi nostrani, l’aperitivo Marcellina, le baloche di polenta e carne in umido..il tutto annaffiato dal buon vino.

Organizzato dall’Unione Sportiva Cintano e dai Cantori Salesi con il patrocinio del Comune di Cintano, questo evento è molto amato per le basi culturali della tradizione sul quale è posto, sia per la scoperta dei prodotti tipici, della bellezza del territorio di Cintano (lungo il percorso si sono potute ammirare le opere della scuola di Scultura Canart, i siti devozionali del paese aperti per l’occasione, l’esibizione di documenti sul canto popolare e il Paese di Cintano) e della musica dei Cori.

Difatti, l’intero percorso, è stato accompagnato e allietato dal Coro Bajolese, le Voci del Canavese, i Morfej, Je Scapadacà (Cn), Piccoli Cantori della Valle Sacra e dalla Corale Bilacus (Como).

L’ultima tappa è stata presso il salone polivalente e, nel pomeriggio, si è tenuta l’esibizione dei cori, aperto a tutti.

Un bellissimo evento destinato a crescere proprio per l’importanza che ricopre e per l’encomiabile organizzazione.

Guarda il Video

Scorri per guardare le Foto

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here