martedì 27 Luglio 2021
martedì, Luglio 27, 2021
spot_img

AGLIÈ – Contributo del Comune per lo smaltimento dell’amianto

AGLIÈ – L’Amministrazione comunale di Agliè, a partire dalla prossima estate e fino alla fine dell’anno, offrirà un servizio gratuito ai cittadini e imprese che vogliono eliminare l’amianto presente nelle loro proprietà.

Il beneficio è rivolto ai soli possessori di quantitativi minimi (fino a 40 mq. o 450 kg. di peso) e per manufatti già rimossi e imballati a proprie spese, nel rispetto della normativa vigente.

[su_slider source=”media: 147401,150947″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Per volumi superiori, l’agevolazione si applicherà fino alla detta concorrenza, e la spesa eccedente sarà a carico del privato. La raccolta “porta a porta” non è destinata agli abbandoni di rifiuti contenti cemento-amianto (eternit) fuori da regolari operazioni di bonifica. Vi rientrano ovviamente le lastre di copertura dei tetti, ma anche pannelli, canne fumarie, piccole cisterne o vasi. Oltre i 500 mq. è escluso l’incentivo.

[rev_slider alias=”maf”]

 

 

Per attivare il servizio, il Comune di Agliè si è aggiudicato un bando regionale del 2015, proponendosi come capofila di una schiera formata anche dai comuni di Bairo, Ciconio, Cuceglio, Ozegna, San Giorgio Canavese e Vialfrè. L’assegnazione del contributo, che ammonta a quasi 78.000 euro, è stata comunicata dalla Regione Piemonte solo a fine dicembre del 2017. Le amministrazioni locali, solidalmente, stanzieranno i restanti 31.000 euro che servono per finanziare il progetto: 8658 euro per coprire il 10 per cento della stima della spesa, più i circa 22.000 euro per l’Iva e i costi richiesti per affidare l’appalto, che portano l’operazione ad arrivare a 109.000 euro.

[su_slider source=”media: 143165,119356″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Possono aderire a questa opportunità tutti possessori di eternit che abbiano da bonificare una loro proprietà in uno dei comuni partecipi.

Le risorse finanziarie a disposizione del comune di Agliè ammontano a circa 32.000 euro. Sulla base di un preliminare censimento condotto già nel duemiladieci, sarebbero circa 2650 i metri quadrati di materiale contente amianto da raccogliere e avviare in discarica, corrispondenti a circa 39750 kg.

Nei prossimi giorni uscirà un bando aperto alla presentazione delle istanze di coloro che intenderanno usufruire del servizio, e che seguendo l’ordine di arrivo, verrà garantito fino a esaurimento del fondo.

[su_slider source=”media: 144690,132564,139264″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Per informazioni:

Comune di Agliè, Ufficio Tecnico – telefono 0124 330367; e-mail tecnico.aglie@ruparpiemonte.it

 

“Quando siamo venuti a conoscenza di questa interessante iniziativa della Regione Piemonte, – dichiara il Sindaco Marco Succio – con i  colleghi Sindaci dei Comuni confinanti, tra i quali in passato si era costituito un ambito ottimale per la gestione associata dei servizi, si è deciso senza indugio di partecipare alla selezione, cercando di entrare nella graduatoria che consentisse ai nostri cittadini di beneficiare di un nuovo importante servizio.

L’obiettivo è stato raggiunto, grazie anche all’attività condotta dagli uffici tecnici di tutti i Comuni interessati e pertanto non posso che ritenermi soddisfatto.

L’auspicio – conclude – è che questo strumento venga sfruttato nel migliore dei modi dai soggetti che ne possono beneficiare, in modo tale da riuscire ad abbattere ulteriormente la presenza di manufatti contenenti amianto sui nostri territori.”

[rev_slider alias=”urb”]

 

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img