Il tempo. Elemento affascinante. Il suo scorrere talvolta spaventa. Rende fragili: le rughe che spuntano, le cose cambiano, la scadenza imminente….Conforta: il dolore che si mitigherà, i brutti periodi che passeranno….Fa arrabbiare: non basta mai per fare le cose che vorremmo, scivola via…

Quante volte si vorrebbe viaggiare nel tempo. Si vorrebbe tornare indietro per rivivere tempo-che-passaqualcosa, oppure andare nel futuro per “essere già arrivati”.

Lo si vorrebbe fermare in un momento intenso di emozioni, di serenità, di gioia…

Ma il tempo se ne frega. Scorre con il suo scandito ticchettio. Non va più veloce, non va più piano. Scandisce i momenti secondo per secondo, minuto per minuto, ora per ora, senza modificare la sua corsa.

Non si può tornare indietro. Non si deve correre avanti. Va vissuto continuamente felici di poterlo vivere. E dobbiamo “prenderlo”. Prelevare una parte delle nostre giornate per sé stessi. Per ricaricarsi, per vivere. Rallentare un attimo, e goderci il momento. Sempre. Perchè il tempo scorre, non si ferma e un giorno potremo rimpiangere di non averlo vissuto appieno. Di non essercelo dedicato.

E rallegriamoci del cambiamento. Noi stessi siamo in continuo cambiamento, la nostra percezione delle cose lo è. E se il tempo si fermasse in un istante, quello stesso istante perderebbe di significato, si svuoterebbe di intensità. Non lasciamo che accada. Viviamo il tempo. Adesso.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here