di Magda Bersini

Proseguono le ricerche di Gloria Rosboch, l’insegnante scomparsa da Castellamonte lo scorso 13 gennaio.

E fino a qui, nulla da dire. È giusto che si continui a cercare. È giusto che Carabinieri (già impegnati per altro nelle indagini), Vigili del Fuoco, cinofili ecc… proseguano nelle ricerche.castellamonte-rosboch

Ogni giorno i media propinano notizie che non sono notizie. Sono ovvietà (come le ricerche senza esito), sono film (come il coinvolgimento dell’ex allievo, non provato, nel senso che ai media gli esiti delle indagini della Procura e dei Carabinieri sono preclusi, quindi alla fine si tratta di supposizioni…).

E si continuano a riempire pagine di giornali e palinsesti televisivi….si parla del denaro che l’insegnante diede all’ex allievo…ma ci sono prove di un collegamento tra il denaro e la sparizione? No, o almeno, ai media non è dato di sapere. Già la questione del denaro , per il quale il ragazzo è indagato (e sottolineo “indagato”) per truffa è abbastanza complicata di per sé. D’altronde la donna ha prelevato e dato volontariamente il denaro. E glieli ha dati nel 2014. Lei è scomparsa nel 2016. Ma foto e nome del giovane sono stati sbattuti in “prima pagina”. Comunque sia, i due fatti non sono ufficialmente collegati. Almeno non da fonti ufficiali delle forze dell’ordine, che hanno ascoltato il ragazzo come persona “informata sui fatti” (e non come principale sospettato). Ma dai media sì, i quali hanno già girato un intero film che collega amore, truffa e scomparsa. Perchè? Perchè aumenta l’audience. Perchè se non c’è niente da dire devi comunque trovare qualcosa da dire. Allora ripeti le stesse cose. Racconti quello che hai sentito dire, quello che potrebbe essere. Le ricerche che proseguono negli stessi posti (perché poi?? E perché SEMPRE GLI STESSI posti??? Sembra quasi che una sensitiva abbia detto loro di cercare lì).

Con la “grande televisione” che segue i volontari impegnati come un cane famelico…. studiano ogni mossa, riprendono ogni gesto, pronti a documentare…..e, cosa assurda, ad intervistare giornalisti locali!!

Quanta gente sparisce ogni giorno in Italia? Tanti. Tanti che passano inosservati. Perché non hanno nulla a cui potersi aggrappare. Nulla che possa servire da spunto per un “film”.

Si rischia di perdere di vista due fattori fondamentali: una donna che è scomparsa, e che non merita sicuramente (così come con lo meritano i famigliari) che si ricami su ipotesi spacciandole per fatti concreti, e il dare notizie. Notizie e non “non notizie” spacciandole per tali. Solo per fare “audience/lettori”. Una triste strumentalizzazione.

(QUESTO ARTICOLO È INSERITO NELLA RUBRICA L’EVIDENZIATORE DOVE VENGONO PUBBLICATI NON ARTICOLI DI INFORMAZIONE MA DI OPINIONE, E CHE, PERTANTO, NON SEGUONO LA LINEA EDITORIALE DEL GIORNALE CHE È ESCLUSIVAMENTE LEGATA AI FATTI)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here