lunedì 10 Maggio 2021

CANAVESE – Quattro denunce dalla Compagnia di Ivrea

[label style=”important”]Ascolta l’articolo[/label][audiotube id=”lDNyMZYupaM” tiny=”yes”]

CANAVESE – Attività impegnativa, in questi ultimi giorni per i Carabinieri della Compagnia di Ivrea, con ben quattro denunce.

A conclusione delle indagini i Carabinieri della Stazione di Vico Canavese, hanno denunciato per il reato di furto aggravato un uomo di 51 anni di Strambinello che, lo scorso 15 agosto, all’interno del centro commerciale Bennet di Castellamonte, trovato una carta bancoposta (già denunciata smarrita dal proprietario), ha prelevato dallo sportello della Banca San Paolo oltre 200 euro. Il contante è stato poi restituito al legittimo proprietario.

I Carabinieri della Stazione di Agliè hanno denunciato per il reato di detenzione abusiva di armi, M.F. 33 anni perché, durante una perquisizione presso l’abitazione, condotta in collaborazione con i Carabinieri della Stazione di  Lanzo Torinese e disposta dalla Autorità giudiziaria per la ricerca di materiale rubato, hanno trovato una carabina illecitamente detenuta.

I militari della Stazione di Ivrea hanno denunciato per furto aggravato un disoccupato 59 anni di Pavone Canavese per aver rubato al Bennet prodotti alimentari e cosmetici.  La refurtiva è stata recuperata e restituita.

Infine è stato denunciato per rapina un diciassettenne di Ivrea già collocato in comunità, perché, mentre viaggiava a bordo del treno Ivrea-Novara intorno alle ore 18 di ieri, ha avvicinato un altro passeggero e, sotto minaccia di un coltello, si è fatto consegnare lo smartphone. Alla stazione ferroviaria di Chivasso, però, i Carabinieri di quell’aliquota radiomobile, prontamente allertati da quelli della Stazione di Strambino, hanno fermato il giovane. Il cellulare ed il coltello, abbandonati sul treno, sono stati poi recuperati dai Carabinieri di Vercelli.

Leggi anche...

spot_img
spot_img
spot_img