IVREA – Presentato nella mattinata di giovedì 7 marzo, in Confindustria Canavese ad Ivrea, il progetto Atlantide 2, l’iniziativa promossa da Angsa che darà a un gruppo di 13 persone autistiche adulte la possibilità di fare un’esperienza lavorativa all’interno delle aziende canavesane.

Il progetto – primo in Piemonte per specificità degli interventi e per numero e tipologia di soggetti coinvolti (beneficiari e partner) – è giunto ora alla fase di sperimentazione lavorativa vera e propria.

Paonessa
concordiabanner

Alla conferenza hanno partecipato: Arianna Porzi, per ANGSA TorinoOnlus – Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici (gruppoIvrea – Canavese), capofila del progetto Atlantide 2; Domenico Galati, Mariaelena Viziale, Chiara Sartore e Monica Tognoni per Andirivieni, società cooperativa sociale di Rivarolo; Antonella Molinaro, Anna Barbero, Irene Aillaud e Maurizio Pauletta per Asl TO 4; Cristina Ghiringhello e Davide Ardissone per Confindustria Canavese;Simona Boninoper C.IA.C, Consorzio InterAziendale Canavesano per la formazione professionale.

Per quanto concerne i quattro consorzi dei servizi socio-assistenziali che afferiscono al territorio del Canavese: Andrea Callea per il Consorzio In.re.tedi Ivrea; Doris Brinkmann per il Consorzio Ciss 38 di Cuorgnè; Lorenzo Gregori per il Consorzio C.I.S. Ciriè; Mirella Folcando per Consorzio C.I.S.S-AC Caluso e Simona Bonino per C.IA.C.

bannerdefomac2
nfimpiantibanner

“Le persone autistiche in età adulta hanno subìto a lungo le conseguenze della carenza di strumenti clinici e terapeutici appropriati per la loro abilitazione -, spiega Arianna Porzi, presidente ANGSA Torino Onlus (gruppoIvrea – Canavese) – Atlantide 2 nasce proprio per rispondere a questa specifica domanda di salute del nostro territorio, tenendo ben presente che il lavoro – inteso come condizione che dà e restituisce dignità all’individuo, qualunque sia la sua condizione sociale e di salute – può avere un ruolo centrale nell’autodeterminazione di ciascuna persona autistica e nella realizzazione del proprio progetto di vita, favorendone lo stato di benessere”.

“Una persona autistica può rappresentare, in modo concreto, una risorsa preziosa per alcune realtà aziendali – spiega Domenico Galati, vicepresidente e referente Area adulti disabili della cooperativa Andirivieni –. L’attenzione per i dettagli, la cura dell’ordine, il rispetto dell’etica umana e professionale, la vocazione allo svolgimento di compiti di routine, la tolleranza zero per gli errori e la determinazione a portare a termine il lavoro: sono aspetti che, spesso, caratterizzano le persone autistiche. Ma, allo stesso tempo, sono qualità delle quali le aziende hanno bisogno”.

Allianz 2 modifica jpeg
ilbere

Atlantide2 è un progetto di ANGSA Torino Onlus – Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici (gruppo Ivrea – Canavese), ente capofila, e di Andirivieni, società cooperativa sociale di Rivarolo. Partner: AslTO4;Confindustria Canavese; C.IA.C, Consorzio InterAziendale Canavesano per la formazione professionale; i quattro consorzi dei servizi socio-assistenziali che afferiscono al territorio del Canavese: Consorzio In.re.te di Ivrea; Consorzio Ciss 38 di Cuorgnè; Consorzio C.I.S. Ciriè; Consorzio C.I.S.S-AC Caluso. 

L’iniziativa è finanziata dalla Fondazione CRT, attraverso il bando “Vivo Meglio”, e ha avuto inizio circa un anno fa, con un percorso formativo di grande successo riguardante tematiche quali l’alternanza scuola/lavoro e i laboratori occupazionali, tenuto da esperti di livello nazionale e rivolto a operatori del settore (educatori, operatori sociali e sanitari), insegnanti e familiari di soggetti autistici.

urbanbanner
bannerorchi

Nei mesi scorsi, poi, sono state messe in campo le azioni necessarie per lo sviluppo della seconda parte del progetto, dedicata alla sperimentazione lavorativa. Innanzitutto, sono state selezionate le 13 persone da coinvolgere, afferenti allo spettro autistico,  grazie a un’attenta valutazione effettuata dal “Centro Diagnosi Autismo in età Adulta” di Castellamonte dell’AslTO4, attraverso l’applicazione di scale specifiche di valutazione e il supporto di colloqui motivazionali.

La preziosa collaborazione del personale specializzato di Andirivieni e di Confindustria Canavese ha permesso poi di individuare le aziende del territorio interessate al progetto e più adatte ad essere coinvolte,  tenendo in grande considerazione gli specifici interessi e le abilità peculiari di ognuno dei 13 soggetti coinvolti. Le aziende in questione operano negli ambiti più disparati: dall’informatica alla ristorazione, dalla meccanica all’editoria, fino alla lavorazione della ceramica.

Dal 6 marzo al 31 maggio si svolgerà un corso di formazione pre-lavorativo, rivolto alle persone autistiche che saranno successivamente accolte nelle aziende, strutturato anche grazie alla preziosa consulenza di Specialisterne, realtà danese che opera in tutto il mondo, capace di valorizzare le peculiarità delle persone con autismo fino al punto di farle diventare una sorta di “vantaggio competitivo”.

Da inizio giugno alla fine di ottobre circa, infine, i 13 soggetti autistici svolgeranno i tirocini retribuiti all’interno delle aziende coinvolte, accompagnati da un tutor di progetto, che garantirà il sereno e ottimale svolgimento dell’esperienza.

“Il progetto Atlantide 2, cui la direzione dell’AslTO4 ha aderito in partnership, va nella direzione giusta, cioè quella dell’inclusione delle persone affette da autismo nel proprio contesto sociale, attraverso lo sviluppo di abilità sociali e occupazionali, – afferma Antonella Molinaro, responsabile del Centro Disturbi dello Spettro Autistico in età adulta – L’iniziativa, dunque, si propone come una sperimentazione finalizzata all’individuazione di un modello possibile e funzionale all’inserimento di soggetti autistici adulti in contesti lavorativi”.

“La Costituzione riconosce a tutti gli individui il diritto al lavoro e promuove le condizioni che rendano effettivo questo diritto. Tuttavia, ancora oggi, per le persone con disabilità questo diritto non è ancora pienamente espresso, come nel caso di persone affette da autismo. La nostra Associazione ha voluto essere parte attiva di Atlantide 2 in quanto consapevole del ruolo fondamentale che ricopre l’impresa affinché venga garantito un lavoro dignitoso a tutti gli individui”, spiega Cristina Ghiringhello, direttore di Confindustria Canavese.

“Noi imprenditori – aggiunge Patrizia Paglia, presidente di Confindustria Canavese- dobbiamo fare la nostra parte aprendo senza alcun timore le nostre realtà ai giovani autistici, aiutandoli a individuare le proprie abilità e, con l’opportuno sostegno, trasformare le potenzialità del singolo in preziose risorse per l’azienda e in importanti strumenti di crescita e di affermazione dell’individuo attraverso il lavoro svolto”.

A tutt’oggi non si hanno dati univoci relativi all’incidenza dei disturbi dello spettro autistico. Le recenti statistiche sull’incidenza dell’autismo elaborate dai Centers for Disease Control and Prevention (CDC) riportano che in America un bambino su 68 ha un disturbo dello spettro autistico. I dati indicano un incremento di 10 volte negli ultimi 40 anni.

Grazie ad ASDEU (AutismSpectrum Disorder in European Union), progetto europeo biennale finanziato dalla Commissione Europea, sono stati di recente elaborati e diffusi alcuni dati sulla prevalenza dei disturbi dello spettro autistico nel nostro Paese, secondo i quali circa un bambino italiano su 100 è affetto da autismo. Si stima che in Italia siano tra 300mila e 500mila le persone affette da questo tipo di patologia. 

SCORRERE PER GUARDARE LE FOTO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here