IVREA – Nel pomeriggio di giovedì 7 febbraio l’Apri, Associazione Pro Retinopatici e Ipovedenti, ha incontrato i bambini della “Scuola dell’Infanzia Bertolè” di via Rossini, a Ivrea.

[su_slider source=”media: 179285,179286″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Il presidente Marco Bongi e la psicologa Sonia Allegro hanno coinvolto ragazzi e insegnanti in prove di mobilità e autonomia, in un primo avvicinamento alla lettura Braille e in esperimenti di conoscenza tattile di oggetti e disegni.

“Il progetto si intitola “Il buio non fa paura” – dichiara Marco Bongi – ed è stato specificamente studiato per introdurre anche i bambini più piccoli ad un tema difficile come quello della disabilità. Il tutto però in un clima di gioco ed allegria. L’iniziativa è sostenuta e patrocinata dalla Città di Ivrea e sarà portata avanti, nei prossimi mesi, anche in altre scuole per l’infanzia eporediesi. Davvero sorprendente la naturalezza e la spontaneità con le quali i piccoli approcciano un argomento apparentemente ostico e poco comprensibile. Essi sanno sempre stupirci ed entusiasmarci”.

[su_slider source=”media: 175353,162328″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

[su_slider source=”media: 119356,147401,144690″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

[su_slider source=”media: 179291,179289,179288,179290″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here