CASTAGNETO PO – Si inaugura con la Rassegna Cinematografica gLocal Movie la collaborazione del Comune di Castagneto Po con l’Associazione torinese Piemonte Movie. È questo il primo appuntamento che segna l’ingresso della città nell’elenco dei 39 presìdi cinematografici attivi sul territorio regionale.

I presìdi cinematografici locali sono i pilastri su cui si regge il progetto Piemonte Cinema Network, curato da Associazione Piemonte Movie, Film Commission Torino Piemonte, Fip Film Investimenti Piemonte, Museo Nazionale del Cinema e Torino Film Festival su mandato della Regione Piemonte, che ha l’obiettivo di promuovere e diffondere la settima arte realizzata nella nostra regione. Un insieme di cinema e spazi polifunzionali diffusi su tutto il territorio regionale dove progettare, discutere e sostenere la cultura cinematografica. Un network che ha nel gLocal Film Festival e nella rassegna Movie Tellers – Narrazioni cinematografiche le sue due principali vetrine annuali.

ilbere
gymtonic

 

I 4 appuntamenti, realizzati in collaborazione con la Biblioteca Civica Nelson Mandela e l’Associazione Volontari Amici della Lettura, inaugurano il cineforum gLocal Movie con un programma composto da film realizzati nella nostra regione e cortometraggi nazionali ed internazionali. In cartellone un film, Mirafiori Luna Park di Stefano Di Polito (mercoledì 18 aprile) e due documentari di autori piemontesi, Gipo, lo Zingaro di Barriera di Alessandro Castelletto (venerdì 6 aprile) e Nome di Battaglia donna di Daniele Segre (lunedì 23 aprile), così come i 3 cortometraggi selezionati dall’archivio del gLocal Film Festival: Dandelion di Elisa Talentino, Framed di Marco Jemolo (rispettivamente Miglior Corto d’Animazione e Premio Torèt Miglior Cortometraggio all’ultimo gLocal Film Festival) e Un trascurabile errore di Andrea Murchio.

Mercoledì 9 maggio la serata di chiusura è curata dall’attrice castagnetese Elena Rotari con protagonisti cortometraggi filmici e di animazione alcuni dei quali hanno ricevuto riconoscimenti importanti a livello nazionale ed internazionale: È stata lei di Francesca Archibugi, Mia moglie di Federico Mottica, Il profumo delle stelle di Francesco Felli, Mr Hublot (vincitore dell’Oscar Best Animated Short Film) di Laurent Witz e Alexandre Espigares e Garden party (che ha ottenuto una nomination agli Oscar 2018 nella sezione Animazione) di Florian Babikian, Vincent Bayoux, Victor Caire, Théophile Dufresne, Gabriel Grapperon e Lucas Navarro.

Tutte le serate sono alle ore 21.00 e ad ingresso libero fino ad esaurimento posti.

GIPO, LO ZINGARO DI BARRIERA

regia di Alessandro Castelletto

Castagneto Po, Biblioteca Nelson Mandela, Corso Italia 19

venerdì 6 aprile 2018 – Ore 21.00, ingresso libero

Ospite in sala il regista

Il primo appuntamento della Rassegna Cinematografica gLocal Movie di Castegneto Po è venerdì 6 aprile con Gipo, lo Zingaro di Barriera. Il film di Alessandro Castelletto (ospite in sala), prodotto da Fondazione Caterina Farassino e Endeniu con il sostegno di Film Commission Torino Piemonte – Piemonte Doc Film Fund, racconta come il poliedrico artista torinese Gipo Farassino abbia segnato profondamente Torino, attraverso le sue canzoni, il teatro e la politica, contribuendo a quella “tensione artistica” che ancora oggi tutti riconoscono alla città.

Se è vero che ogni film è un viaggio, Gipo, lo zingaro di Barriera, ha molte destinazioni e le sue strade si intrecciano si allontanano e si ritrovano intorno alla figura di uno degli chansonnier più importanti di Torino. Dentro Gipo, lo zingaro di Barriera c’è il passato e il presente del quartiere di Barriera di Milano in cui Farassino nacque nel 1934, c’è la Torino nascosta e sconosciuta, c’è l’Italia tutta, c’è il Gipo cantastorie, attore, politico, uomo e padre.

«Con questo film – commenta il regista – ho voluto raccontare la storia di un uomo ma soprattutto il mondo del quartiere di Barriera che sta dietro il percorso artistico e umano di Farassino. Fuori dalla retorica e senza la volontà di costruire un mito. Un documentario autentico come il suo protagonista, per riscoprirlo, rendergli omaggio, dargli il posto che si merita nel panorama artistico locale e nazionale. Il percorso artistico di Farassino è quasi completamente incentrato nella sua Barriera di Milano, quartiere torinese dove nacque nel 1934; un limite apparente che si è invece rivelato la chiave di volta che lo ha portato a una dimensione universale, quella di “cantare gli ultimi”. Poetico nel toccare segni e archetipi che sono patrimonio di tutti, la sua figura artistica è stata plurima: da cantastorie a attore e autore teatrale, ad attore per il cinema e la televisione. La trama del film è costruita intorno a una figura che fungerà da motore narrativo: Luca Morino, noto musicista e leader del gruppo musicale dei Mau Mau che entra in Barriera e va alla ricerca dei luoghi di Gipo e del suo mondo… Luca Morino fa da Virgilio nel viaggio alla riscoperta di Gipo. Ne rispolvera memoria, talento e qualità umane sulla scia delle note e e dei testi delle sue canzoni, da Ballata per un eroe a Porta Pila, da Avere un amico a La mia città, da Serenata ciocatona a Sangon Blues.».

growupcerimonie
Allianz 2 modifica jpeg

CALENDARIO

Venerdì 6 aprile, ore 21.00

Gipo, lo zingaro di Barriera (It, 2016, 85’, col.) di Alessandro Castelletto
Ospite in sala il regista

Luca Morino, musicista e cantante dei Mau Mau, trova uno scatolone con vinili, foto, libri, articoli di giornale, oggetti vari appartenuti allo chansonnier torinese Gipo Farassino davanti al suo negozio di articoli musicali. Comincia così una ricerca speciale, incontrando personaggi legati al mondo di Gipo Farassino e luoghi di una Torino nascosta e sconosciuta ai più. Il viaggio, tra situazioni oniriche e surreali, porta alla scoperta della natura più profonda del cantautore di Barriera di Milano.

Interpreti: Luca Morino e Valentina Farassino
Cortometraggio
Dandelion (It/Fr, 2017, 3’, col.) di Elisa Talentino

Mercoledì 18 aprile, ore 21.00

Mirafiori Luna Park (It, 2015, 85’, col.) di Stefano Di Polito
Ospite in sala il regista

A Mirafiori, sede storica dei primi stabilimenti della Fiat e simbolo delle lotte operaie degli anni Settanta, è tempo di riqualificazione: una vecchia fabbrica abbandonata sta per essere abbattuta per fare spazio al vicino campo da golf. Carlo, Franco e Delfino, che in quel capannone hanno speso buona parte della loro vita, non la pensano alla stessa maniera e non sono disposti a uscire senza fare un ultimo tentativo per ripopolare il quartiere e riavvicinare figli e nipoti.

Interpreti: Alessandro Haber, Antonio Catania, Giorgio Colangeli
Cortometraggio
Framed (It, 2017, 7’, col.) di Marco Jemolo

Tritapepe
Pandolfini
primocontattolungonuovapertura

Lunedì 23 aprile, ore 21.00

Nome di Battaglia donna (It, 2016, 59’, col.) di Daniele Segre
Ospite in sala il regista

Durante la Resistenza, nel novembre del 1943, si formarono i “Gruppi di difesa della donna per l’assistenza ai combattimenti per la libertà”. Questi gruppi promuovevano la pace in città e nei comuni della provincia: le donne raccoglievano indumenti per i partigiani, confezionavano bandiere e bracciali, tessevano calze e maglie di lana, le più giovani facevano le trappiste, le staffette o imbracciavano le armi. Marisa, Carmen, Carla e le altre protagoniste di questo racconto hanno partecipato alla Resistenza in Piemonte, e ora raccontano quella stagione illustrandone difficoltà, impegno, perdite, crescite e conquiste.Interpreti: Marisa Ombra, Carmen Nanotti, Carla Dappiano, Gisella Giambone, Enrica Morbello Core, Maria Airaudo, Rosi Marino, Maddalena Brunero

Cortometraggio
Un trascurabile errore (It, 2017, 12’, col.) di Andrea Murchio

ilbere
gymtonic

Mercoledì 9 maggio, ore 21.00

A cura di Elena Rotari – www.drmovieset.it
È stata lei (It, 2013, 21′, col.) di Francesca Archibugi
Interpreti: Claudio Santamaria, Benedetta Buccellato, Manuela Spartà, Silvio Vannucci, Regina Orioli, Bartolomeo Bevilaqua

Mia moglie (It, 2017, 14′, col.) di Federico Mottica
Interpreti: Roberto Accornero, Valeria Angelozzi, Michele De Paola, Alice Pagotto, Carlo Zanotti

Il profumo delle stelle (It, 2017, 12′, col.) di Francesco Felli
Interpreti: Alessandro Haber, Giorgio Colangeli

Mr Hublot (Fr, 2014, 11′, col.) di Laurent Witz e Alexandre Espigares
Garden party (Fr, 2017, 7′, col.) di: Florian Babikian, Vincent Bayoux, Victor Caire, Théophile Dufresne, Gabriel Grapperon e Lucas Navarro

growupcerimonie
Allianz 2 modifica jpeg

Tritapepe
Pandolfini
primocontattolungonuovapertura

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here