sabato 19 Settembre 2020

FOSSANO – Terrorismo: arrestato 19enne, inneggiava al martirio jihadista (VIDEO)

FOSSANO (CN) – All’alba di oggi, in Fossano, il Raggruppamento Operativo Speciale Carabinieri, supportato dall’Arma del Comando Provinciale di Cuneo, ha dato esecuzione ad un fermo di indiziato di delitto emesso dalla Procura Distrettuale di Roma Gruppo Antiterrorismo il 29 marzo nei confronti del cittadino marocchino HADOUZ Ilyass (19 enne, residente in quel comune), nei confronti del quale si procede per il delitto di istigazione a delinquere aggravata dalle finalità del terrorismo e partecipazione ad associazione con finalità di terrorismo internazionale.

[su_slider source=”media: 147401,143165″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

 

L’attività di indagine avviata nei confronti del giovane marocchino, ha consentito di accertare come costui,attraverso i suoi numerosi account social,( facebook, instagram, twitter) abbia propugnato, rilanciandola, una intensa propaganda jihadista inneggiante al martirio, alla ricompensa che Dio concederà alla comunità dei musulmani impegnati nel jihad, alla punizione che la stessa riserverà ai miscredenti, esaltando le gesta, il valore ed il coraggio dei combattenti in nome di Allah. Tra le frasi più significative censite su alcuni dei suoi canali Facebook, in particolare, meritano di essere richiamati i riferimenti alla morte nella concezione dello shahid, per il quale “…E’ deprimente morire di vecchiaia…” e quello al destino che la divinità ha in serbo per coloro che non credono nella parola di Allah “…Ai miscredenti saranno destinati giorni neri che faranno imbiancare i capelli ai bambini…” impegnati a “…toglierci la luce senza sapere che siamo l’oscurità…”.

[rev_slider alias=”maf”]

 

 

Era proprio sulla base di queste iniziali emergenze che si è avviato il lavoro investigativo concretizzatosi nel monitoraggio dell’interessato e della sua cerchia relazionale con l’obiettivo di verificare i legami di HADOUZ con gli ambienti del terrorismo confessionale.

[su_slider source=”media: 146114,119356″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Avviate penetranti indagini, sviluppate facendo ricorso alle più recenti tecnologie applicate alle investigazioni, si è giunti ad affermare con estrema sicurezza l’adesione dell’indagato alle tesi della narrativa islamista filo-terrorista, ipotesi testimoniata dalla recente individuazione di un ulteriore profilo Facebook (reso anonimo nelle indicazioni personali e delocalizzato nei riferimenti geografici che contiene), collegato direttamente a blog e comunity Facebook intrise di retorica jihadista.

 

HADOUZ Ilyass è un “esempio di scuola” del cc.dd. terrorismo homegrown, una minaccia estremamente insidiosa e complicata da contrastare perché si origina, prende forma e si sviluppa tra le pareti di casa, dove il soggetto si avvicina alle tesi del terrorismo, ne rimane affascinato e aderisce al programma dell’organizzazione di riferimento ponendo in atto condotte funzionali all’attuazione del programma criminale della stessa struttura.

[rev_slider alias=”monnal”]

 

 

L’escalation della radicalizzazione di HADOUZ Ilyass ribattezzatosi Ilyass El Magrebisi avvia a febbraio di quest’anno, allorquando si riescono a documentare non solo intense navigazioni internet -effettuate per lo più in orario notturno-su siti contenenti materiale di propaganda direttamente riferibile al DAESH, ma anche attraverso l’assunzione di comportamenti emulatori della gestualità tipica dei mujaheddin. Emblematiche ed estremamente preoccupanti, in tal senso, sono state le immagini acquisite direttamente all’interno dell’abitazione di Ilyass in cui assume le gestualità tipiche dei miliziani-terroristi del DAESH, di cui visionava i filmati.

[su_slider source=”media: 144690,132564,139264″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

 

Negli ultimi giorni l’adesione di HADOUZ alle tesi del terrorismo si è fatta ancora più esplicita allorquando, su uno dei profili riconducibili al giovane,  è stata postata quale “immagine di sfondo” la foto suggestiva di un Corano esposto alla luce di un cielo stellato su una distesa di sabbia, contenente un riferimento diretto al DAESH. Negli stessi frangenti veniva modificato anche lo “stato” del profilo attraverso l’implementazione di una frase evocativa della protezione di Dio e della buona sorte nell’accingersi ad affrontare una nuova sfida.

[rev_slider alias=”urb”]

 

GUARDA IL VIDEO

regioneaprile
Original MarinesNuovaLocandinaPaonessacortinamaggio2cofer1cortinalocandmaggio2
- Advertisement -

Leggi anche..

CUNEO – Verso la standardizzazione delle procedure per il superbonus 110%

CUNEO - Avviata una consultazione periodica fra associazioni di categoria, ordini professionali, enti pubblici locali e mondo creditizio della Granda, con...

CUNEO – Mucca cade in un dirupo a Frassino, recuperata (FOTO)

CUNEO - Soccorso dall’alto nel pomeriggio di oggi una mucca precipitata in un dirupo a Frassino, in località Meira Veniere

SALUZZO – Furgone esce di strada e si schianta, ribaltato su un fianco, contro una staccionata

SALUZZO – Incidente stradale oggi pomeriggio, sabato 29 agosto, sulla provinciale 662 all'incrocio con via Praetta. Un furgone...

CUNEO – Soccorsi due escursionisti in Val Maira

CUNEO - I vigili del fuoco ieri sera, mercoledì 19 agosto, intorno alle 20 hanno soccorso due ragazzi in difficoltà su...

DOGLIANI – Incendio nella Residenza Sanitaria Assistenziale

DOGLIANI - I vigili del fuoco sono intervenuti nel pomeriggio di martedì 18 agosto, in una Residenza Sanitaria Assistenziale (RSA) di...

Ultime News

OGLIANICO / CAFASSE – Rubano un’auto, svaligiano una villa, si schiantano e scappano

OGLIANICO / CAFASSE – Hanno svaligiato una villa a Varisella, con un'auto rubata a Oglianico e si sono schiantati a Monasterolo...

MONTALTO DORA – Podista si infortuna nei pressi del Lago Nero, intervento del Soccorso Alpino

MONTALTO DORA – Si è infortunata nei dintorni del Lago Nero a Montalto Dora. È accaduto questa mattina, sabato...

TORINO – Dipendente perseguitata da oltre un anno, arrestato il titolare dell’azienda

TORINO - Mercoledì pomeriggio, gli agenti del commissariato Centro hanno proceduto all’esecuzione della misura degli arresti domiciliari per atti persecutori e...

TORINO – Arresti per violenza sulle donne a Chieri e Nichelino; estorsione a pensionati

TORINO - I carabinieri del comando provinciale di Torino hanno arrestato 2 uomini per maltrattamenti in famiglia e un pusher per...

CANAVESE – Covid, la situazione in Canavese nei vari comuni

CANAVESE – Sale leggermente il numero di casi positivi Covid-19. Ieri sera l'Unità di Crisi della Regione Piemonte...
X