CUNEO – E’ di tre arresti, eseguiti nelle ultime ore, il bilancio di una serie di servizi svolti dai carabinieri in provincia di Cuneo. In manette tre pregiudicati a Mondovì, Saluzzo e Racconigi, arrestati dai militari dei locali Comandi dell’Arma per vari reati. Ecco il dettaglio dei tre arresti.

MONDOVI’ –  In manette e poi al carcere delle Vallette di Torino arrestata dai carabinieri è finita la 61enne monregalese P.P. in esecuzione all’ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Cuneo a suo carico.

Carabinieri Cuneo 2 (Rid)La donna, che beneficiava della misura alternativa al carcere dell’Affidamento in prova ai servizi sociali, aveva più volte violato le prescrizioni a cui avrebbe dovuto attenersi, in particolare l’obbligo della permanenza in casa dalle ore 22.00 alle 06.00 e, per questa ragione, era stata segnalata dai militari all’Autorità Giudiziaria.

Si tratta di un ex avvocato sottoposto ad un procedimento penale per il reato di truffa aggravata e continuata. La vicenda giudiziaria ebbe origine alcuni anni fa quando la donna aveva ingannato tre suoi clienti saluzzesi (due coniugi e la loro figlia maggiorenne), da lei assistiti in un dibattimento innanzi al Tribunale di Saluzzo, dai quali però continuava ad incassare parcelle per un totale di 90mila euro, nonostante il procedimento fosse stato da tempo già definito e chiuso. Non vi era infatti alcun motivo per riscotere quei soldi dai clienti diventati, in realtà, vittime loro stessi della truffa ordita proprio dal loro legale che avrebbe dovuto fare i loro interessi.

 

SALUZZO  – I carabinieri della locale Compagnia hanno eseguito un ordinanza di custodia cautelare in carcere per rapina aggravata a carico del 33enne I.A., sinti del campo nomadi del Passatore di Cuneo domiciliato attualmente a Villafranca Piemonte (TO). Il provvedimento di cattura è stato emesso dal Tribunale del Riesame di Torino, a seguito del ricorso avanzato dalla Procura della Repubblica di Cuneo al beneficio degli arresti domiciliari concessogli qualche tempo fa dal GIP del Tribunale di Cuneo.

Il nomade era stato arrestato dai militari saluzzesi la sera del 23 gennaio del 2016 a Sanfront (CN) quando, entrato in un’abitazione per commettere un furto, venne scoperto dai proprietari di casa e si scagliò contro uno di loro procurandogli lesioni alla testa ma venne poco dopo arrestato dai carabinieri intervenuti sul posto. Addosso aveva anche arnesi da scasso e radio ricetrasmittenti che furono sequestrati. Ora è recluso nella Casa di Reclusione di Saluzzo.

RACCONIGI – Agli arresti domiciliari è finito il 38enne marocchino T.H. arrestato dai carabinieri del luogo per un provvedimento restrittivo emesso dalla Procura di Cuneo per danneggiamento. L’uomo, tre anni fa, aveva danneggiato l’auto di un suo amico nel corso di una lite nel centro di Cuneo e venne fermato dai carabinieri i quali verificarono che, in realtà, non avrebbe potuto trovarsi in città in quanto sottoposto al Foglio di Via emesso dal Questore per anni tre dalla città di Cuneo. Il marocchino per quei fatti dovrà scontare ora un residuo pena di un mese ai domiciliari.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.