domenica 9 Maggio 2021

NOTIZIARIO DAL MONDO – ORE 08:30 DEL 05/10/2016

NOTIZIARIO DAL MONDO – ORE 08:30 – Le notizie dal mondo del 5 ottobre 2016 – in flash

CUBA – L’URAGANO MATTHEW INVESTE CUBA

Matthew ha toccato il territorio cubano, con raffiche di vento fino a 250 km orari, all’altezza di Punta Caleta, sulla costa meridionale nella provincia di Guantanamo. Inondazioni e interruzione dell’energia elettrica in molti punti dell’area, ad Holguin una delle città più importanti della zona orientale di Cuba. Si tratta di un uragano di grande “pericolosità”, ha ricordato il responsabile del centro pronostici dell’istituto meteo dell’Avana, Jose’ Rubiera, mentre i media sottolineano che é il ciclone tropicale più potente a colpire la zona caraibica dal 2007.

UNGHERIA – MIGRANTI IN PROTESTA, ATTRAVERSANO L’UNGHERIA A PIEDI

Un gruppo di oltre 300 migranti e profughi, dopo una manifestazione nella zona della stazione degli autobus nel centro di Belgrado, attuata per protestare contro l’impossibilità di attraversare il confine con l’Ungheria, si e’ incamminato a piedi verso la frontiera serbo-ungherese nel nord del Paese.Tafferugli fra gruppi contrapposti di migranti, su posizioni diversa riguardo al tipo di protesta da attuare.

LIBIA – BOMBARDAMENTI A BENGASI; EVACUATA LA ZONA COLPITA

“Cinque persone sono state uccise oggi a Bengasi in Libia dopo che due edifici nel quartiere di Sidi Hussein sono stati bombardati. Altre 16 persone sono rimaste ferite nell’attacco terroristico, 12 delle quali sono state ricoverate nell’ospedale Jalaa della città. Due sono in condizioni critiche”. Lo scrive il portale Libya Herald. Si sospetta un’azione dei miliziani del Consiglio della Shura dei rivoluzionari di Bengasi , che potrebbero avere effettuato il bombardamento in rappresaglia agli attacchi aerei da parte delle forze armate libiche sull’area di Ganfouda. La polizia ha ordinato l’evacuazione della zona colpita.

LAZIO – SI STRINGE IL CERCHIO SULLO STUPRATORE DI ROMA

Sempre più vicina la strettasull’uomo che ha picchiato e stuprato una donna australiana di 49 anni a Colle Oppio, nel parco a pochi passi dal Colosseo. Gli investigatori, dopo aver ascoltato i testimoni e visionato le immagini delle telecamere di zona, sarebbero riusciti a dare un volto all’aggressore e ora sarebbero sulle sue tracce. Si tratterebbe di uno straniero, un romeno o comunque un uomo dell’est, secondo quanto riferito dalla vittima, che non ha escluso che all’aggressione abbiamo partecipato anche altre persone. La donna ha infatti raccontato di aver avuto l’impressione che ad aggredirla ci fosse anche qualcun altro oltre all’uomo con cui era uscita dal locale di Termini dove era andata a ballare e che si era gentilmente offerto di indicarle la strada per l’albergo dove alloggiava, poco lontano.

GOVERNO – APPROVATA RIFORMA EDITORIA

La Camera ha approvato in via definita il Ddl di riforma del settore dell’editoria con 275 sì e 80 no. Con il via libera della Camera, diventa quindi legge la riforma dell’Editoria che introduce, tra le altre cose, il Fondo per il pluralismo e l’innovazione dell’informazione destinato al sostegno dell’editoria e dell’emittenza radiofonica e televisiva locale. Il Fondo viene alimentato con risorse statali già destinate al settore, un contributo di solidarietà a carico delle società concessionarie di raccolta pubblicitaria e una parte, fino a un massimo di cento milioni annui per il periodo 2016-2018, delle maggiori entrate derivanti dal canone Rai. Una determinata percentuale del Fondo potrà essere destinata al finanziamento di progetti comuni che incentivino l’innovazione dell’offerta informativa nel campo dell’informazione digitale, attuando obiettivi di convergenza multimediale.

VATICANO – IL PAPA NELLE ZONE TERREMOTATE

Ieri pomeriggio il Papa ha raggiunto l’ultima tappa della sua visita alle zone terremotate: San Pellegrino di Norcia, in Umbria. Bergoglio ha pregato nella zona rossa davanti alla chiesa di S. Pellegrino, fortemente danneggiata. Poi ha salutato le persone che lo attendevano fuori: “Saluto tutti voi. Sono stato vicino a voi e mi sento molto vicino in questo momento di tristezza e prego per voi e chiedo al Signore che dia la forza di andare avanti.”

Per tutti gli approfondimenti: www.obiettivonews.it

Leggi anche...

spot_img
spot_img
spot_img