lunedì 17 Maggio 2021
lunedì, Maggio 17, 2021
spot_img

REGGIO CALABRIA – “Cic.L’Ultima Missione”: il romanzo che aveva previsto gli attentati

REGGIO CALABRIA – Una storia d’amore si sviluppa in parallelo ad una trama drammatica, dove l’obiettivo e quello di sconfiggere il terrorismo.

Si tratta di “Cic. L’Ultima Missione”.

L’Autore, Giuseppe Nicolò, iniziò a scrivere il romanzo dieci anni fa. Eppure nel libro sono contenuti episodi che ricordano gli attacchi terroristici di questi tempi. Già nell’aprile 2014, l’autore ha inserito nel volume “di un francese di seconda generazione di origine siriana appartenente agli hashishya – spiega Nicolò – che entra in un teatro della capitale francese e fa una strage…lo stesso dicasi di bruxelles seppur con sfumature leggermente diverse e del tentativo di accedere alla centrale atomica di Liegi per provocare l’ecatombe nucleare..tutto previsto e scritto nel mio romanzo…”

Ma non si tratta certo di premonizione, bensì di un’attenta analisi riguardo l’attuale situazione geopolitica e le tensioni razziali che, da lungo tempo, interessano nazioni come la Francia ed il Belgio.

Una spy story che prende forma e si dipana da Reggio Calabria a New York, e poi Londra, Parigi, Cracovia, Roma, Abu Dhabi e Giacarta, con continui colpi di scena ed un finale degno di un thriller. Un inno all’amore che vince su tutto. Il trionfo della giustizia sui mali del mondo.

Il protagonista è un agente speciale della CIA, Joseph Coòlin, sotto copertura, deve carpire notizie alla bellissima Dalinbhé, figlia di ‘Odal Hostramm, lo “sceicco del terrore”. Nasce una storia d’amore intensissima che li travolgerà come un Ciclone (da lì il soprannome del protagonista “Cic” ripreso nel titolo del libro).

Leggi anche...

spot_img
spot_img
spot_img