OZEGNA – Da quasi vent’anni la Centrale del Latte organizza, in occasione delle Festività Natalizie, la manifestazione “Un albero, un dono”.

I primi posti, nelle varie piazze di Torino, erano il punto di raccolta di regali per i bambini più Feletto-Festa-degli-alberibisognosi.

Dall’anno scorso, in collaborazione con la Centrale del latte e l’Associazione di Protezione Civile La Fenice, uno di questi alberi è stato adottato da Feletto. Il piccolo abete è stato piantato nel giardino delle scuole con una cerimonia che ha avuto una cassa di risonanza non indifferente, non solo per la presenza di associazioni, Sindaci dei comuni limitrofi, rappresentati di Regione Piemonte e Città Metropolitana, nonché gli alti dirigenti della Centrale del Latte, ma, soprattutto, per il lavoro svolto a monte (ossia nei mesi precedenti la piantumazione) dagli insegnanti sull’importanza del latte, delle piante e dell’empatia verso il prossimo; lavoro che è sfociato, il giorno della cerimonia, in uno spettacolo e in un’esposizione di lavori.

Valutato il successo, quest’anno sono ben tre i comuni canavesani che si sono proposti per “l’adozione dell’Abete”: Barbania, Favria e Ozegna.

La cerimonia, alla presenza di autorità locali, provinciali e regionali, che assisteranno all’impegnativo lavoro svolto in questi mesi dalle insegnanti di materna e primaria, si terrà ad Ozegna, presso il Palazzetto dello Sport, giovedì 25 febbraio, a partire dalle 9,30.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here