VALPERGA – Venti i punti all’ordine del giorno discussi l’altro ieri in seduta di Consiglio.
Tra punti diciotto interrogazione in totale: 14 protocollate dal gruppo di opposizione Primavera a Valperga e 4 da Impegno Civico per Valperga.

Una seduta pacata che solo a tratti ha alzato i toni. La metodologia nel rispondere alle valperga-minoranzainterrogazioni, adottata dalla maggioranza, non è molto gradita dall’opposizione: risposta all’interrogazione ma niente controreplica alle considerazioni post risposta della minoranza.
Disparati gli argomenti. Vediamole brevemente nel dettaglio, partendo dalle interrogazioni di Primavera a Valperga.

1 – FONDALE TEATRO BARUCCO
Il Consigliere Davide Brunasso ha letto l’interrogazione nella quale si chiedevano informazioni dettagliate sul restauro (quando, in quanto tempo, da chi è stato autorizzato) e se non si riteneva necessario attribuire i meriti con verità e onestà.
L’Assessore Monica Vittone ha risposto che non si poteva conoscere la cronologia in quanto valperga-vittonenon c’erano documenti al riguardo, e che il restauro risaliva al 2008.
Secca la replica di Brunasso: «Prendo atto che non ha risposto a tutte le domande, perchè non è stato detto nulla in merito all’attribuzione dei meriti. E il fatto che non replichiate è dimostrazione di supponenza.»

2 – IMPIANTI SPORTIVI
È in scadenza la concessione per la gestione degli impianti sportivi. Nell’interrogazione si chiedevano le intenzioni dell’Amministrazione. «MastroPietro ha manifestato interesse a proseguire gestione – ha risposto l’Assessore Ivo Chabod – la cui scadenza sarà il prossimo 5 febbraio. Verrà quindi approvata una proroga in Giunta prima di quella data.». Nessuna replica dalla minoranza.

3 – AZIENDA AGRICOLA BERGAMIN
Nell’interrogazione si domandava chi fossero gli avvocati con cui aveva parlato il Consigliere Adriano Rolando, se l’Azienda Agricola Bergamin è annoverabile tra le attività produttive e quali iniziative intente intraprendere l’amministrazione per eliminare i miasmi nell’aria.
Quando stava per rispondere il Sindaco Gabriele Francisca, è intervenuto il Consigliere Rolando affermando con forza di non aver mai detto di aver parlato con due Avvocati e che le sue parole erano state completamente travisate.
«Se l’ex Sindaco Brunasso fosse stato incisivo ed avesse emanato un’ordinanza – ha aggiunto il Sindaco Francisca – forse l’azienda non avrebbe investito. Eventuali emanazioni verranno segnalate alla Città Metropolitana.»
«Affermate il contrario di ciò che avete detto la volta scorsa – ha sbottato Brunasso – A suo tempo inviato lettere all’Asl e all’Arpa, è tutto documentato. Non è vero che non era stato fatto nulla prima; se non siete in grado di fare qualcosa non date colpa all’amministrazione precedente.»

4 – INCIDENTI 460
Quali provvedimenti sono stati intrapresi nei confronti della Città Metropolitana di Torino in seguito ai numerosi incidenti sulla 460? Era richiesto nell’interrogazione.
«Nessun provvedimento è stato intrapreso – ha risposto Francisca – perché il tratto e di valperga-franciscacompetenza della città metropolitana ed è già provvisto di rotonde.»
«Non capisco perchè questa zona non sia considerata mentre altre sono interessate da interventi importanti. Il fatto di non aver intrapreso provvedimenti denota mancanza di attenzione.» Ha replicato Brunasso.

5- DEFIBRILLATORE
Oggetto dell’interrogazione i defibrillatori presso gli impianti sportivi e nelle scuole.
«Abbiamo ritenuto opportuno – ha risposto Chabod – l’acquisto di un defibrillatore semiautomatico per il campo di calcio a11, dopodichè invieremo le lettere alle associazioni per invitarli a frequentare i corsi. Abbiamo contattato anche le scuole per metterne uno in palestra, anche se al momento abbiamo riscontrato grandi perplessità nelle insegnanti circa i corsi.»

6 – COMUNICAZIONE WEB
Il numero di utenti Fb, Twitter e youtube, chi ha operato l’aggiornamento, quale criterio per le informazioni e le fatture della campagna elettorale.
Non è piaciuta a Brunasso la risposta della Vittone, circa la campagna elettorale su base di volontariato. «Non prendiamoci in giro – ha replicato – prendo atto che non c’è chiarezza. E perchè l’incarico di aggiornare le informazioni è stato esternato. Non poteva farlo lei?»

7- SETTORE FINANZIARIO E TRIBUTI
Un’interrogazione per conoscere come, con quali modalità e in che tempi si intende sopperire al venir meno del ruolo della Rag. Teresita Notari, ritirata dal lavoro.
«Appena saputo del pensionamento abbiamo attivato le procedure per la sostituzione.» Ha spiegato il Sindaco. «Abbiamo stipulato un accordo con la Commercialista Delia Frigatti per quattro ore ogni quindici giorni, e si occuperà solo del bilancio, mentre una sua collaboratrice verrà otto ore la settimana. Giovedì il primo incontro.» Ha aggiunto l’Assessore Chabod.

8 – PIAZZA UNITA’ D’ITALIA
«Perchè la piazza è lasciata all’incuria e al vandalismo? Verrà installato un sistema di videosorveglianza?» Ha chiesto Brunasso leggendo l’interrogazione presentata. Il primo cittadino ha replicato che non ritengono che la piazza sia lasciata all’incuria, e che, nei primi mesi di quest’anno, verrà presentato il sistema di videosorveglianza

9- PROGRAMMA TRIENNALE DELLE OPERE PUBBLICHE
Un’altra interrogazione riguardava il programma triennale delle opere pubbliche, al fine di avere delucidazioni precise su quali sono, quali sono le disponibilità finanziarie e la ratio seguita nel decidere le opere. Secca la risposta di Francisca il quale ha affermato di aver consultato professionisti esterni e che le opere pubbliche inserite dipendono dal loro programma elettorale.
«È uno schiaffo ai cittadini – ha replicato Brunasso – così viene meno il dialogo e la concertazione con la minoranza. Con una risposta del genere non ci si aspetti poi morbidezza.»

10 – DOSSI VIA MATTEOTTI
Primavera a Valpera ha interrogato sui dossi posizionati in via Matteotti, chiedendo se era intenzione dell’Amministrazione di metterne altri.
«Abbiamo posizionato due dossi in via Matteotti – ha spiegato il primo cittadino – a causa della velocità sostenuta sul rettilineo verso Cuorgné. Non metteremo nessun altro dosso su via Matteotti ma su altre strade sì.»

11- SEGRETARIO COMUNALE
Il Comune ha sostituito il Segretario Comunale. Brunasso ha chiesto perchè non era ancora effettivo e chi sarà il nuovo segretario.
«Il Signor Bovenzi, a scavalco per due mesi. La convenzione si è sciolta dal primo gennaio.» Ha risposto il Sindaco.
Brunasso: «È un disegno preciso per destabilizzare il comune? Sperimentiamo sulla pelle dei cittadini?»

12- MODIFICHE ALLA VIABILITA’
Sono state effettuate modifiche alla viabilità. Primavera a Valperga a chiesto su quali basi erano state fatte queste modifiche e se erano state prese in considerazione le criticità. Francisca ha risposto che la revisione della viabilità nel centro storico era inserita nel loro programma e avevano ricevuto numerose segnalazioni dai cittadini che hanno spinto l’Amministrazione ad effettuare queste modifiche.

13 – IMMOBILE SEDE C.IA.C.
Un’interrogazione sull’immobile che ospita il Ciac, oggetto di vendita all’asta da parte della Città Metropolitana.
«Il Comune ha una posizione neutra. L’immobile è di proprietà della Città Metropolitana.- ha risposto l’Assessore Monica Vittone – Abbiamo interpellato il Direttore Generale del Ciac e ci ha detto che sono tutelati dal contratto di affitto che scadrà nel 2029.»

14 – DUP
Brunasso: «È stato approvato il Documento Unico di Programmazione? Perchè non è stata istituita una Commissione? Interpellato la minoranza?»
Francisca: «È stato approvato lo scorso 17 dicembre in Giunta. Il contenuto fa parte del nostro programma.»

Quattro le interrogazioni di Impegno Civico per Valperga. Un paio riconducibili ad argomenti delle interrogazioni presentate dall’altro gruppo di opposizione.

1 – VIABILITA VIE TUMINETTI, FIUME, DUSI E POLETTO
La prima interrogazione di Impegno Civico per Valperga è stata illustrata dal Consigliere Walter Sandretto e riguardava l’adozione del senso unico di marcia nelle Vie Tuminetti, Fiume, Dusi e Poletto, in particolare se la soluzione adottata, oltre a creare disagi, non possa generare pericoli e i costi di questa modifica.
«La soluzione adottata non crea pericoli all’incrocio anzi, migliora la percorribilità. Sono stati spesi 7mila e 300euro.» In disaccordo con questa risposta data da Francisca, Sandretto che ha replicato: «Crea disagio per i commercianti. È vergognoso. Le attività ci stanno rimettendo.»

2 -ESTERNAZIONI SINDACO UFFICI
« Il Sindaco – ha affermato il Consigliere Giuliano Arimondo – ha postato sul proprio profilo Facebook una nota ove si legge testualmente “che diversi impiegati si oppongono a lavorare in spazi condivisi…ognuno rivendica non un ufficio ma una stanza del Palazzo Comunale…Sanno questi signori che nel privato esistono gli open space? Si è ricreduto circa il contenuto della sua comunicazione  avendo la stessa esposto gli impiegati comunali al gratuito discredito da parte di un pubblico mal informato?»
«Non è mai stata messa in discussione la professionalità degli impiegati – ha tuonato Francisca – mi riferivo alla condivisione degli spazi, e credo che abbia fatto bene all’ambiente comunale.»
« Un passo indietro sarebbe stato un bel gesto di stile. – Ha controbattuto Arimondo – Dovrebbe usare con attenzione nell’esternare su Facebook . Non può permettersi linguaggio da strada o bar, perché lei è il Sindaco. Ha usato il modo peggiore e non capisco questo autocompiacimento nel mettere alla gogna il personale.»

3 – NOMINA DEL SEGRETARIO COMUNALE REGGENTE A SCAVALCO
Arimondo: «Fin dalla prima seduta del Consiglio Comunale aveva dichiarato di non volersi giovare dell’operato del Segretario Comunale Dott. Carmelo Pugliese, allora perchè è rimasto in carica ben oltre il termine previsto?»
Francisca: «Pur non volendomi avvalere ho voluto prorogare.»

4 – MISURE ADOTTATE IN SEGUITO AL CROLLO DEL CAMPANILE
L’ultima interrogazione riguardava le aspettative per la famiglia alloggiata a spese del Comune, in seguito al crollo del campanile, alla scadenza del preventivato semestre e cosa accadrà in caso di persistente inagibilità della casa.
«Visto che al momento la famiglia non ha avanzato richieste valuteremo al momento e se persisterà l’inagibilità proporremo un immobile di proprietà comunale.»
«Mi chiedo se deve sempre pagare Valperga – ha replicato il Consigliere Arimondo – la responsabilità oggettiva è del proprietario. Gli enti ecclesiastici non posso sottrarsi a queste responsabilità. Dubito inoltre che la casa tornerà ad essere abitabile in breve tempo. Ritengo che si potesse agire con più tempestività.»

GUARDA IL SERVIZIO

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here