NOTIZIARIO DAL MONDO – ORE 08:30 – Le notizie dal mondo del 9 gennaio 2016 – in flash

EGITTO – ASSALTATO UN RESORT SULLA COSTAegitto (Rid)

Assaltato da tre uomini armati un resort a Hurghada, sulla costa egiziana del Mar Rosso, il Bella Vista. I tre attentatori sono stati uccisi. Tra le vittime ci sarebbero due feriti, pare che siano un danese e un tedesco.

STATI UNITI – FALSO ALLARME BOMBA ALL’AEROPORTO DI LOS ANGELES

los angeles (Rid)Allarme al terminal 1 dell’aeroporto internazionale di Los Angeles. Il terminal è stato temporaneamnete evacuato e chiuso per circa un’ora, in seguito ad un allarme bomba, poi rientrato dopo verifiche condotte dall’Fbi che lo hanno valutato una minaccia “non credibile”

TURCHIA – RIPRISTINATO IL VISTO PER I SIRIANIturchia (Rid)

Ripristinato il regime dei visti per i siriani in arrivo sul territorio per via aerea o marittima. Restano esclusi i rifugiati che arrivano attraverso il confine terrestre. Finora i siriani potevano entrare in Turchia senza visto preventivo e restarci legalmente per un massimo di 90 giorni nell’arco di 6 mesi. La decisione rientra tra le iniziative prese da Ankara dopo l’accordo con Bruxelles per limitare il flusso di siriani in arrivo nell’Ue.

GERMANIA – ALLONTANATO IL CAPO DELLA POLIZIA DI COLONIA

germania (Rid)Il capo della polizia di Colonia è stato mandato in pensionamento anticipato dopo essere finito nel mirino delle critiche per la gestione della sicurezza e dell’informazione dopo le violenze di Capodanno.

 

ECONOMIA – BANCA ETRURIA: PERQUISIZIONI A 15 SOCIETA’banca etruria (Rid)

Scattato un blitz degli uomini delle Fiamme Gialle di Arezzo nei confronti di società con sede in Toscana, Emilia Romagna e Lombardia, riconducibili all’ex presidente di Banca Etruria, Lorenzo Rosi, e all’ex consigliere Luciano Nataloni. Perquisite una quindicina di società che avevano ricevuto finanziamenti. L’obiettivo è ricostruire i collegamenti tra le società e la banca.

POLITICA – ALFANO: “EVITARE L’ABROGAZIONE DEL REATO DI CLANDESTINITA’”

alfano (Rid)“Sono consapevole che si sono levate voci molto autorevoli e rispettabili che affermano ragioni tecnicamente valide a sostegno dell’abrogazione del reato di immigrazione clandestina, ma ritengo che trasmetterebbe all’opinione pubblica un messaggio negativo per la percezione di sicurezza in un momento particolarissimo per l’Italia e l’Europa”. Così il ministro dell’Interno, Angelino Alfano, ha espresso la sua valutazione sulla vicenda.

[rev_slider_vc alias=”bannerpc”]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here