martedì 22 Giugno 2021
martedì, Giugno 22, 2021
spot_img

NOTIZIARIO DAL MONDO – ORE 08:30 DEL 21/12/2015

NOTIZIARIO DAL MONDO – ORE 08:30 – Le notizie dal mondo del 21 dicembre 2015 – in flash

ASCOLTA IL TG

[su_audio url=”http://www.obiettivonews.it/wp-content/uploads/AUDIO-TG-MONDO-21-12-15.mp3″]

CINA – FRANA SOMMERGE 18 EDIFICI

41 DISPERSI E 900 PERSONE EVACUATE
Quarantuno dispersi e oltre 900 persone evacuate in seguito ad una frana che ha sommerso 18 edifici in un’area industriale alla periferia di Shenzhen, nel sud della Cina. Al momento si contano otto persone tratte in salvo e almeno 41 dispersi. L’area ricoperta dal fango è di 20.000 metri quadrati e oltre 900 persone sono state evacuate. Proseguono le operazioni di soccorso che vedono impegnate oltre 700 persone.

SIRIA – ATTACCO RUSSO A IDLIB

36 MORTI E NUMEROSI FERITI
Un attacco russo sulla città di Idlib, nella Siria nordoccidentale, ha provocato la morte di 36 persone e il ferimento di molti altri. Lo riferisce l’Osservatorio siriano per i diritti umani. Secondo testimoni tra i luoghi colpiti figurano un mercato delle case e edifici pubblici. La Russia, che ha cominciato una campagna aerea sulla Siria il 30 settembre diretta contro l’Isis ed altri “terroristi”, non ha confermato di aver compiuto attacchi nella zona.

AFGHANISTAN – OLTRE UN MILIONI DI PROFUGHI INTERNI NEL 2015

MANCANZA DI SICUREZZA A CAUSA DEL CONFLITTO
Solo nel 2015 il conflitto in corso in Afghanistan ha creato 1,2 milioni di profughi interni. Lo ha reso noto a Kabul la Commissione indipendente per i diritti umani afghana (Aihrc), sottolineando che la principale ragione di questo fenomeno è la mancanza di sicurezza.

ISRAELE – DIMESSO IL MINISTRO ISRAELIANO

STUFO DOPO LE ACCUSE DI MOLESTIE
Il ministro israeliano dell’interno e vice premier Silvan Shalom si è dimesso. La decisione segue accuse di molestie sessuali nei suoi confronti. “Ne ho abbastanza – si legge in una nota – di tormenti che cadono su di me e la mia famiglia, mia moglie, i miei figli e la mia anziana madre. La mia famiglia è totalmente al mio fianco, ma non c’è motivo che paghino questo prezzo. In queste circostanze, ho deciso di dimettermi da ministro e parlamentare”.

SPAGNA – RAJOY VINCE LE ELEZIONI MA PERDE LA MAGGIORANZA ASSOLUTA

26 SEGGI AI VARI PARTITI NAZIONALISTI
Il Pp del premier Mariano Rajoy vince le politiche spagnole, ma perde la maggioranza assoluta in parlamento, con il 28,72% e 123 deputati su 350. Il Psoe di Pedro Sanchez arriva secondo con il 22,01% e 90 seggi, davanti a Podemos, 20,65% e 69 deputati, ed a Ciudadanos, 13,93 e 40 seggi. Per il Psoe è il peggiore risultato dalla fine del franchismo, per il Pp dal 1982. Izquierda Unida ottiene due seggi, e i vari partiti nazionalisti, che potrebbero rivelarsi decisivi per la laboriosa formazione di una maggioranza di governo, 26 .

[Best_Wordpress_Gallery id=”1944″ gal_title=”01-01-01 Pubblicità”]

spot_img
spot_img
spot_img