CUNEO – Nei mesi estivi i finanzieri del Nucleo Mobile della Tenenza di Saluzzo, nell’ambito dell’attività di contrasto al lavoro nero e irregolare, hanno svolto diversi controlli nelle campagne del marchesato al fine di verificare la corretta comunicazione di instaurazione del rapporto di lavoro tra i “braccianti” ed i titolari delle aziende agricole oggetto di ispezione.

Le Fiamme Gialle hanno esaminato la posizione previdenziale di circa trenta lavoratori, molti dei quali hanno trovato alloggiamento nel “campo Caritas” allestito al CUNEO-LAVORO-NERForo Boario della città di Saluzzo, contestando in capo ai responsabili di diverse aziende irregolarità in relazione alla omessa registrazione di ore lavorative all’interno del Libro Unico del Lavoro (L.U.L.).

Le violazioni emerse, all’esito dei controlli, sono state comunicate alla Direzione Provinciale del Lavoro e successivamente regolarizzate dai responsabili delle aziende ispezionate tramite l’istituto del ravvedimento operoso.

Il particolare comparto rientra tra i principali obiettivi strategici del Corpo volti alla tutela del tessuto imprenditoriale onesto e rispettoso delle regole ed è sempre all’attenzione dell’opinione pubblica in quanto, ogni anno, vengono ospitati ed alloggiati nell’apposita “tendopoli” allestita nel comune di Saluzzo più di quattrocento braccianti agricoli.

 

[Best_Wordpress_Gallery id=”1331″ gal_title=”01-01-01 Pubblicità”]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.