CUORGNÈ – Diciassette punti sviluppati, discussi e approvati nel giro di neanche tre ore, ieri sera in Consiglio Comunale a Cuorgnè.

Durante la discussione dei punti all’ordine del giorno, riguardanti il piano finanziario e la conferma delle tariffe della raccolta rifiuti per l’anno in corso, illustrata dall’Assessore e vice Sindaco cuorgne-consiglio-1Sergio Colombatto, il consigliere di minoranza Danilo Armanni, ha sottolineato più volte la poca chiarezza del piano finanziario, dell’operato di Teknoservice e del CCA (Consorzio Canavesano Ambiente) preposto a validare e controllarne l’operato.

A sorpresa il Sindaco Beppe Pezzetto, prendendo la parola, ha proposto la candidatura di Armanni nel consiglio del CCA di prossima scadenza, confermando che non candiderà nessuno dei consiglieri della maggioranza Cuorgnatese, e che se Armanni accetterà questa sfida per passare dalle parole ai fatti si adopererà per sostenere la sua candidatura presso gli altri Sindaci.

La proposta verrà accettata?

Visibilmente lusingato, Armanni non ha pronunciato parola al riguardo, ma si è limitato a sorridere e a scuotere il capo quasi a voler dire “mah, perchè no?!”

Oltre alle tariffe, tra, i punti all’ordine del giorno, il bilancio di previsione.cuorgne-consiglio

«Nonostante un’ulteriore taglio nei trasferimenti dello Stato verso il Comune rispetto all’anno precedente di circa 230.000 euro – ha affermato il Sindaco Beppe Pezzetto – non vi sarà nessun aumento per i cittadini cuorgnatesi e non verrà tagliato nessun servizio.

Non sono quindi previsti aumenti, IMU, TASI, IRPEF, TARI (Rifiuti) ecc. … e vengono altresì confermate le detrazioni dell’anno precedente.

Dunque dopo aver stabilizzato la cassa la politica economica dell’amministrazione Pezzetto inizia a dare risultati concreti:

«Onestamente non ci attendevamo questo ulteriore taglio nei trasferimenti da parte dello Stato, – ha proseguito il primo cittadino – altrimenti già da questo anno avremmo agito per ridurre la tassazione, grazie al contenimento delle spese e ai risparmi della macchina comunale.»cuorgne-consiglio-2

«Applicando rigorosi criteri di selezione degli investimenti, – ha evidenziato l’Assessore al Bilancio Laura Febbraro – e migliorando la situazione finanziaria attraverso una attenta pianificazione dei flussi ed una rigorosa attività di controllo, oltre ad una intensificazione dell’azione di recupero dei tributi comunali evasi al fine di conseguire, oltre ad una giusta e più equa perequazione contributiva, le risorse finanziarie necessarie per contenere la pressione fiscale, siamo riusciti a portare a casa questo ambizioso risultato, grazie anche alla collaborazione ed alla professionalità degli uffici coinvolti.»

Il bilancio pareggia a oltre 13 milioni di euro.

Tra le opere pubbliche in previsione per il 2015 gli interventi presso l’ex Manifattura per il trasferimento degli uffici dell’Agenzia delle Entrate (150mila euro) e il programma territoriale integrato allo sviluppo sostenibile Valli di Lanzo e del Canavese (48mila euro). Per il 2016 il restauro del Teatro Comunale (300mila euro) e per il 2017 l’adeguamento e la sistemazione degli Impianti Sportivi di via Braggio (200mila euro).

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here