VERZUOLO (CN) – I lavoratori della cartiera Burgo di Verzuolo, nel Saluzzese, scenderanno in sciopero il 7 aprile per due ore ogni turno di lavoro.BURGO (RID)

La decisione è stata assunta da sindacati e Rsu all’indomani della decisione dell’azienda di aprire la procedura di licenziamento collettivo, dopo il periodo pasquale, per 46 lavoratori di tutti i reparti.

Alla base della scelta c’è l’intenzione della Burgo Spa di modificare l’orario di lavoro sulla linea “Ottava” per la produzione di carta patinata di qualità, da ciclo continuo a ciclo discontinuo.

Lo stabilimento di Verzuolo, fondato nel 1905, è stato il primo delle cartiere Burgo e partire dagli anni 2000 è diventato uno dei più moderni e automatizzati d’Europa. Grazie allo scalo ferroviario interno ogni anno si registra nello stabilimento il passaggio di 19mila vagoni merci.

“Riteniamo inaccettabile – scrivono i sindacati – la decisione aziendale sia nel merito che nel metodo, con l’apertura unilaterale della procedura, in quanto si tratterebbe di una mera riduzione dei costi con il licenziamento di 46 persone senza avere alcuna prospettiva futura per la linea interessata e per lo stabilimento di Verzuolo. A partire dal 2008 lo stabilimento e i lavoratori hanno affrontato già notevoli sacrifici, che hanno comportato un aumento dei carichi di lavoro, una riduzione del salario e la riduzione del personale di circa cento unità, il tutto per tutelare il perimetro dello stabilimento”. Oltre allo sciopero del 7, per il 1 e 3 aprile sono state convocate le assemblee dei lavoratori.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here