sabato 2 Marzo 2024

Direttore Responsabile: Magda Bersini

spot_img

redazione@obiettivonews.it - 342.8644960

CUORGNE’ – Inaugurata la “Panchina rossa” contro la violenza di genere (FOTO)

E' stata posizionata nel cortile della Scuola Primaria Aldo Peno, alla vigilia di una giornata importante come quella di domani 25 novembre, giornata internazionale contro la violenza sulle donne

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI:
- Advertisement -

CUORGNE’ – Momento di forte commozione e partecipazione questo pomeriggio, venerdì 24 novembre 2023, per l’inaugurazione della “Panchina rossa” contro la violenza di genere posizionata nel cortile della Scuola Primaria Aldo Peno di Cuorgnè.

Alla vigilia di una ricorrenza importante come quella di domani 25 novembre, giornata internazionale per l’eliminazione della violenza sulle donne, forte è il messaggio che l’amministrazione comunale di Cuorgnè guidata dal Sindaco Giovanna Cresto, l’Inner Wheel Club di Cuorgnè e Canavese, con la sua Presidente Lucia Brossa Bersano e tutte le donne che compongono il sodalizio, hanno voluto dare alla cittadinanza cuorgnatese e, in questo caso, ai bambini della scuola primaria, destinati a diventare gli uomini e le donne della nostra società futura.

Alla presenza della Dirigente Scolastica, la Dottoressa Mariella Milone, di diversi sindaci del territorio tra cui il Sindaco di Valperga Walter Sandretto ed il suo collega di Agliè Marco Succio, del Consigliere Regionale Mauro Fava, del Capitano della Compagnia dei Carabinieri di Ivrea Manuel Grasso, del Maresciallo della stazione dei Carabinieri di Cuorgnè Gian Marco Altieri e di altri militari dell’Arma, è stata scoperta la panchina rossa che resterà nel cortile della scuola. “Vi chiedo una cortesia e vi faccio una proposta. La cortesia è di avere la massima cura di questa panchina, proteggendola senza rovinarla, mentre la proposta che vi faccio è quella di usarla come un messaggio di pace. Tutte le volte che litigherete, magari con qualche vostro compagno, dovete promettermi che non ve ne andrete da questa scuola se prima non vi sarete seduti sulla panchina e vi sarete chiesti scusa” ha affermato Giovanna Cresto rivolgendosi ai giovani alunni. Studenti composti e diligenti che, nonostante la giovane età e con in mano i lavoretti da loro preparati, hanno ascoltato in silenzio le parole di tutti coloro che sono intervenuti.

C’erano tante foto di Giulia Cecchettin, la giovane uccisa dal fidanzato la scorsa settimana, ma Giulia può essere chiunque di noi. Questo 2023, come ricordato, si chiude con un aumento dei femminicidi che alimenta un fenomeno che, invece di essere in diminuzione, è in continua crescita. E lo dimostrano, purtroppo, anche i casi che si sono verificati sul nostro territorio nelle scorse settimane come ha riportato il Capitano Grasso. Importante è tenere alta l’attenzione, importante è che anche i bambini che subiscono dei soprusi o che assistono a violenze domestiche, abbiano qualcuno a cui rivolgersi e la scuola deve essere un punto di riferimento per loro.

A moderare questo importante pomeriggio è stato il giornalista Mauro Michelotti e, particolarmente toccante, è stato il discorso pronunciato dal consigliere comunale Camilla Barone, insegnante della scuola primaria Aldo Peno, a nome di tutta l’amministrazione comunale di cui riportiamo un breve estratto: “Al nostro istituto è stato dato l’importante compito di prendersi cura di questa panchina che rappresenta per tutti noi un segnale forte e preciso di uguaglianza di genere, un simbolo che non deve per nessun motivo farci dimenticare la voce delle donne che voce più non hanno. E’ importante che le insegnanti, gli studenti, i collaboratori e i genitori proteggano e preservino questa panchina in modo tale che rimanga un segno permanente di memoria e speranza che, a partire dalla scuola, può diffondersi in ogni luogo delle nostre città”.

© Riproduzione riservata

Per restare sempre informato, iscriviti ai nostri canali gratuiti: la newsletter di WhatsApp per le notizie di Cronaca (per iscriverti invia un WhatsApp con scritto NEWS ON al 342.8644960); iscriviti al nostro canale Telegram (ObiettivoNews); oppure, da oggi, puoi anche iscriverti al nostro nuovo canale WhatsApp (https://whatsapp.com/channel/0029Va9vIQO30LKS6x1jWN14con le notizie selezionate dalla nostra redazione.

------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------

Ultim'ora

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img