sabato 4 Febbraio 2023

redazione@obiettivonews.it - 342.8644960

Direttore Responsabile: Magda Bersini

spot_img

TORINO – Consiglio di Circoscrizione 6 unito contro l’occupazione abusiva

Le varie situazioni sono state condensaste in una interpellanza sottoposta al voto del Consiglio, e il risultato è stato unanime: ventiquattro votanti, ventiquattro voti favorevoli. La palla, ora, passa al sindaco e agli assessori competenti, cui sono state rivolte due precise richieste

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI:

TORINO – Consiglio di Circoscrizione unito per prendere posizione nei confronti di un problema che, da tempo, affligge diversi quartieri di Torino e in particolare, nella 6, la zona di via Bologna e via Cimarosa, vale a dire l’occupazione abusiva delle case di edilizia pubblica. Una situazione che crea non pochi disagi a chi, in quelli stabili, abita a pieno diritto: a livello di sicurezza, innanzitutto, dal momento che delle abitazioni occupate si fa, spesso, un uso improprio, con un intenso transito di persone non identificate. E poi l’uso improprio degli spazi comuni, spesso utilizzati come magazzini per il ricovero di materiali in taluni casi insalubri, e i problemi che si stanno verificando anche a livello sanitario. Una situazione emersa anche ad inizio dicembre, nel corso di una commissione sul tema che ha visto la partecipazione di Atc, proprietaria degli stabili, e di numerosi cittadini che hanno evidenziato le difficoltà che affrontano ogni giorno per la non facile convivenza con gli occupanti.

Le varie situazioni sono state condensaste in una interpellanza sottoposta al voto del Consiglio, e il risultato è stato unanime: ventiquattro votanti, ventiquattro voti favorevoli. La palla, ora, passa al sindaco e agli assessori competenti, cui sono state rivolte due precise richieste. La prima. Valutare la possibilità di convocare una Commissione comunale con i cittadini che abitano nelle case oggetto di occupazione per sentire dalla loro viva voce le difficoltà e i problemi con cui convivono ogni giorno e, la seconda, mettere in atto tutte le azioni possibili perché questo stato di criticità che mette a dura prova i cittadini, che da tempo chiedono a gran voce un intervento risolutore, possa cessare.

© Riproduzione riservata

------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img