mercoledì 10 Agosto 2022

redazione@obiettivonews.it - 342.8644960

spot_img

Direttore Responsabile: Magda Bersini

BORGARO – Accantonate le risorse per cascina Torrazza: il rudere sarà abbattuto entro la fine del mandato

L’assessore alle Opere pubbliche Fabrizio Chiancone ha definito una delle delibere approvate nel corso dell’ultimo Consiglio comunale come la più importante della sua vita amministrativa

BORGARO – L’assessore alle Opere pubbliche Fabrizio Chiancone ha definito una delle delibere approvate nel corso dell’ultimo Consiglio comunale come la più importante della sua vita amministrativa e, insomma, non è andato troppo lontano da vero.

Con una variazione di Bilancio di diversi milioni di euro, sono stati messe in cantiere le risorse necessarie per portare a compimento due degli interventi che si succedono di mandato in mandato, e compaiono un po’ i tutti i programmi delle liste che si presentano alle elezioni. «Si tratta di cascina Torrazza e della palazzina Vigel – conferma – Due interventi attesi da anni e per i quali, con l’atto approvato in Consiglio, abbiamo stanziato le somme necessarie per poter intervenire». Somme che in parte arrivano nelle casse del Comune grazie al Pnrr, e in parte si tratta di fondi propri: «Il Comune ha fatto un investimento importante – prosegue – Ma anche quanto arrivato dallo Stato non è arrivato per caso.

È il risultato finale di un lavoro attento e puntuale che ha coinvolto sia l’Amministrazione, sia gli uffici, cui va il mio personale ringraziamento per quanto fatto». I tempi non sono ancora stati stabiliti (del resto lo stanziamento della somma risale a pochi giorni fa), ma pare certo che entro la fine del mandato almeno una delle due opere arriverà a compimento: «Al momento cascina Torrazza è più avanti dal punto di vista dell’iter – aggiunge Chiancone – Mesi addietro abbiamo promosso un concorso di idee per capire come si sarebbe potuto sfruttare quello spazio. E l’idea migliore è stata quella di uno studio professionale di Como.

Per cui sono certo che entro la fine del mandato i borgaresi assisteranno all’abbattimento del rudere della cascina nell’ambito di un progetto di riqualificazione della piazza Vittorio Veneto, proprio alle spalle del Comune. E credo potranno assistere anche alla sistemazione di quello spazio». Per quanto riguarda la palazzina Vigel, invece, il progetto è sempre quello di trasformare l’edificio in una struttura a servizio delle associazioni (non a caso in passato si era parlato di una “Casa delle associazioni”), delle cultura, del sociale: «Uno spazio per i medici del territorio, locali per ospitare iniziative o sodalizi – conclude – Le idee sono molte. Si tratterà di definire quali contenuti dare a quegli spazi». Per ora, comunque, sono stati messi da parte i quattrini necessari alla sua riqualificazione. Ed è un passo decisamente importante.

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img