mercoledì 10 Agosto 2022

redazione@obiettivonews.it - 342.8644960

spot_img

Direttore Responsabile: Magda Bersini

CUORGNE’ – L’Istituto Comprensivo di Cuorgnè incontra i profughi

La Commissione Inclusione Alunni Stranieri ha organizzato, nella Chiesa della SS. Trinità, un incontro tra i ragazzi di alcune classi e tre profughi di diverse nazionalità

CUORGNE’ – La Commissione Inclusione Alunni Stranieri dell’Istituto Comprensivo di Cuorgnè da anni lavora per seguire l’inserimento degli alunni di nazionalità non italiana attraverso un clima d’accoglienza e di attenzione alle relazioni nelle classi interessate, cercando di abbattere le diseguaglianze al fine di fornire a tutti gli alunni le stesse possibilità.

Per perseguire questo obiettivo sono stati organizzati, tra la giornata di lunedì e quella di ieri, per i ragazzi della quinta elementare e della terza media, una serie di incontri con alcuni profughi. Gli appuntamenti si sono tenuti nella Chiesa della SS. Trinità di Cuorgnè con l’obiettivo di sensibilizzare i ragazzi sul tema dell’inclusione e dare loro la possibilità di poter vivere direttamente un’esperienza formativa e un momento di crescita personale grazie ai racconti dei tre profughi: uno proveniente dall’Ucraina, uno dal Mali e uno dal Pakistan.

«Noi insegnanti ci siamo costantemente confrontate e aggiornate per monitorare le situazioni degli alunni che necessitano di un’attenzione particolare grazie alle segnalazioni delle colleghe e ci siamo adoperate per ricercare e fornire un mediatore culturale laddove fosse necessario. Ringraziamo l’amministrazione comunale che ci ha dato la possibilità di organizzare l’incontro nella splendida location della Chiesa della Trinità, la Dirigente scolastica Dottoressa Mariella Milone, i colleghi che hanno accompagnato gli alunni, in particolare Lucia, e all’Associazione Mastropietro per la sua sensibilità e disponibilità. Hanno subito accolto con entusiasmo la nostra proposta e speriamo possa essere l’ inizio di una lunga collaborazione. Inoltre ringraziamo i tre ragazzi che hanno voluto raccontarsi e raccontare la loro vita tra difficoltà e voglia di credere in un futuro migliore» hanno commentato le insegnanti della Commissione Inclusione Alunni Stranieri, la Prof.ssa Giovanna Busso (secondaria di primo grado) e le maestre Cecilia Coha (primaria) e Sabrina Leone (infanzia).

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI:
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img