venerdì 9 Dicembre 2022

redazione@obiettivonews.it - 342.8644960

spot_img

Direttore Responsabile: Magda Bersini

MAPPANO – Grassi apre la campagna elettorale e presenta la sua lista

La serata di presentazione, in sala “Garofalo”, è stata non solo l’occasione per conoscere i nomi dei candidati di “Mappano in Comune”, ma anche per ripercorrere gli ultimi anni di vita amministrativa

MAPPANO – Francesco Grassi apre la campagna elettorale e presenta la squadra che lo accompagnerà in questa nuova avventura. Riconfermata la Giunta in blocco (Paola Borsello, Davide Battaglia, Cristina Maestrello e Massimo Tornabene), presidente del Consiglio (Sergio Cretier) compreso. Ai nastri di partenza anche due dei quattro consiglieri di maggioranza (Alessandro Matera e Margherita Profiti. Fanno un passo di lato Danilo Lerda – anche se il nome non scomparirà dalla lista dal momento che si cimenterà con le elezioni la figlia – e Sara Bellosta, attualmente fuori Italia per motivi di studio e con un progetto di vita che la vede impegnata su altri fronti).

Della squadra anche un candidato che aveva corso con gli stessi colori cinque anni fa, Carlo Loiacono, rimasto fuori dal Consiglio per un paio di voti, e un candidato che aveva corso con colori diversi: Vincenzo Giammalva (sceso in campo, nel 2017, con “Facciamo Mappano” di Roberto Tonini: «Ma ci sono state delle divergenze, e sono uscito da quel gruppo già nel 2019»). E poi tre esordienti: Alessandra Lerda, Silvia Tommaselli e Luca Barberis. La serata di presentazione, in sala “Garofalo”, è stata non solo l’occasione per conoscere i nomi dei candidati di “Mappano in Comune”, ma anche per ripercorrere gli ultimi anni di vita amministrativa. Da quando il Comune di Mappano era poco più che un sogno. Le battaglie legali, le vittorie, le sconfitte, le delusioni, le carte bollate. E poi le sentenze, che in qualche modo davano ragione a chi voleva l’autonomia. E quindi le prime elezioni, cinque anni fa. «Ricordo la prima volta che sono entrato da sindaco in questo edificio – ha ricordato Grassi – Era praticamente vuoto. Con pochi dipendenti prestati da altri Comuni. Nel corso del mandato siamo riusciti a dotare il Comune di una sua pianta organica con 27 elementi. Un proprio corpo di Polizia Municipale. Abbiamo chiuso i contenziosi con i Comuni cedenti, e avviato un nuovo percorso di collaborazione. Abbiamo reperito le risorse che ci spettavano, approvato i progetti, alcuni dei quali partiti in questi ultimi tempi, altri che partiranno a breve, per dare a Mappano quello di cui Mappano necessitava. Ora ci ripresentiamo per dare continuità non solo a quello che abbiamo iniziato cinque anni fa, ma con quello che è iniziato con la battaglia per fare di Mappano un Comune autonomo».

© Riproduzione riservata

------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img