sabato 4 Febbraio 2023

redazione@obiettivonews.it - 342.8644960

Direttore Responsabile: Magda Bersini

spot_img

BALANGERO – La bellezza della musica come antidoto alle brutture della guerra

L’iniziativa “Un flauto per la pace” organizzata per raccogliere fondi a favore dei profughi ucraini

LEGGI LE ALTRE NOTIZIE DI:

BALANGERO – La bellezza. La bellezza della musica, dell’arte ma anche la bellezza più sottile dell’unire le forze per centrare un obiettivo. La bellezza come vero antidoto alle brutture della guerra. È partito da qui l’Istituto Comprensivo di Balangero per fare la sua parte nella gara di solidarietà che da settimane sta impegnando associazioni, enti e privati cittadini a portare aiuto e sostegno alle popolazioni ucraine vittime della guerra.

E che, con la collaborazione della parrocchia, del Comitato Genitori, della Fondazione Specchio dei tempi e della compagnia “Crocevia teatrali”, ha dato vita, sabato sera, all’iniziativa “Un flauto per la pace”, organizzata per raccogliere fondi a favore dei profughi ucraini. E la risposta del pubblico, folto, non si è fatta attendere: 1.400, infatti, gli euro raccolti nel corso della serata. Serata ruotata attorno alle letture, incentrate sul tema della pace e della guerra, ad opera degli attori dei “Crocevia teatrali”, e soprattutto alla musica del flautista Giovanni Miszczyszyn, originario proprio dell’Ucraina ma in Italia praticamente da sempre, nonché indiscussa autorità nel flauto traversiere. Diplomato al Conservatorio di Torino, premiato in numerosi concorsi nazionali e internazionali, autore di numerose colonne sonore e di cd, Miszczyszyn ha proposto musiche di Goldkuhle, Bach, Paganini, Mozart, Debussy e Vivaldi, concedendo, al termine, l’immancabile bis per la gioia del presenti.

© Riproduzione riservata

------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
------------------------------------------
spot_img
spot_img
spot_img
spot_img