mercoledì 5 Ottobre 2022

redazione@obiettivonews.it - 342.8644960

spot_img

Direttore Responsabile: Magda Bersini

BORGARO – La Comunità parrocchiale tende le mani per l’Ucraina

Il progetto è stato chiamato “Mani tese per l’Ucraina”: è disponibile un gruppo Facebook e una mail alla quale coloro che vogliono farsi avanti per dare una mano in questa grande e importante operazione di solidarietà possono scrivere

BORGARO – Anche la comunità parrocchiale cittadina, tutt’altro che indifferente alla tragica guerra che si sta combattendo a poche centinaia di chilometri da noi, in Ucraina, ha deciso di aprire le proprie porte ai profughi che cercano di mettersi in salvo dalle bombe e dalla distruzione abbandonando la propria casa e la propria terra.

mani tese per lucraina 2 Res 1

«Un gruppo di volontari, di cui fanno parte anche membri del Consiglio pastorale, della Caritas, dei Gruppi famiglia, si sta attivando sotto la guida dei nostri parroci per arrivare  a ospitare un gruppo di profughi, come del resto stanno già facendo molte altre comunità parrocchiali – spiegano i promotori dell’iniziativa – A questo fine sono in corso i contatti con l’Ufficio Migrantes della Diocesi di Torino, canale privilegiato di collaborazione, e si sta provvedendo alla sistemazione dell’alloggio dove in passato vivevano i parroci, nella canonica di via Italia. Contemporaneamente, però, dobbiamo creare una rete di supporto composta da traduttori, autisti, tutto fare, che possa affiancare e accompagnare queste persone, aiutandole ad inserirsi nel territorio e nella comunità per tutta la durata della loro permanenza a Borgaro».

mani tese per lucraina Res

Al momento non si quante saranno le persone che arriveranno in città, e neppure quando potranno arrivare: «Ma sappiamo che il preavviso sarà molto breve, e sarebbe bello se i profughi potessero trovare, al loro arrivo, una comunità accogliente, ricca, di calore umano, aperta», proseguono.

Il progetto è stato chiamato “Mani tese per l’Ucraina”: è disponibile, oltre che un gruppo Facebook, una mail (manitese@parrocchiadiborgarotorinese.it) alla quale coloro che vogliono farsi avanti per dare una mano in questa grande e importante operazione di solidarietà possono scrivere. Per dare la propria disponibilità, e per avere ulteriori informazioni su tutto il progetto, è possibile contattare Donatella Carretta (349/8661045), Maria Concetta Barrea (338/7668498), Raffaella De Lorenzo Pontara (349/4751484) o Patrizia Ferri (388/1679410). È anche possibile fare una donazione in denaro sul conto correntemente bancario della Parrocchia IT32B0200830110000000587330, inserendo come causale “Mani tese per l’Ucraina”.

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img