giovedì 22 Aprile 2021

TORINO – Picchia la moglie: arrestato; durante i controlli un altro arresto e la chiusura di un locale

A Nichelino la donna, stufa di essere maltrattata, ha denunciato il marito

TORINO – Nell’ambito dei servizi di controllo del territorio disposti dal Comando Provinciale per contrastare i reati e verificare il rispetto della normativa anticovid, i carabinieri hanno arrestato due persone e chiuso un’attività commerciale.

In particolare a Nichelino, è finito in manette un cittadino rumeno di 42 anni per maltrattamenti in famiglia. La moglie, dopo l’ennesima violenza, si è presentata alla locale Tenenza per sporgere denuncia. Dopo averla fatta medicare e aver raccolto la sua testimonianza, in cui ha raccontato di minacce verbali e fisiche che duravano da anni, i militari dell’Arma hanno deciso di adottare il provvedimento cautelare dell’immediato e urgente allontanamento dalla casa familiare dell’uomo. Quando però i carabinieri hanno accompagnano la donna presso la propria abitazione per consentirle di rientrare nell’appartamento e allontanare il consorte, questi la stava attendendo in strada e le ha lanciato contro un “sanpietrino” fortunatamente senza colpirla. È stato quindi prontamente bloccato e condotto in carcere.

A Torino, nel quartiere Barriera Milano, i carabinieri hanno arrestato un cittadino marocchino che è stato colto in flagranza mentre stava distruggendo un segnale stradale dopo averlo divelto dal terreno.

Infine sempre a Torino, in via Maria Vittoria, i carabinieri del Nucleo Radiomobile sono intervenuti in piena notte in un lounge bar al cui interno 11 avventori stavano consumando ai tavoli. Proprietario e clienti sono stati sanzionati per aver violato la normativa anti-covid. Il locale è stato inoltre chiuso per 5 giorni.

urbanlungo

Leggi anche...

spot_img