mercoledì 14 Aprile 2021

AGLIÈ – Arrivata la fibra ottica ultraveloce

Sono oltre 1300 le unità immobiliari cablate attraverso una rete di circa 19 chilometri

AGLIÈ – I servizi a banda ultra-larga, che sfruttano l’infrastruttura realizzata da Open Fiber nell’ambito del progetto di Infratel con la collaborazione della Regione Piemonte, sono fruibili nel Comune di Agliè.

La fibra ottica è già disponibile nel comune di Agliè, che può quindi beneficiare di una infrastruttura che abilita velocità di connessione fino a 1 Gigabit per secondo. I lavori sono stati realizzati da Open Fiber, la società concessionaria del bando pubblico di Infratel per la copertura delle aree bianche nella regione Piemonte, che ha dotato il territorio comunale di una rete in modalità FTTH (Fiber To The Home, fibra fino a casa), l’unica capace di abilitare tutti i servizi digitali di ultima generazione. L’opera, finanziata con fondi pubblici (europei, statali e provinciali), rimarrà di proprietà pubblica, mentre Open Fiber ne curerà la gestione e la manutenzione per i prossimi 20 anni.

Sono oltre 1300 le unità immobiliari cablate attraverso una rete di circa 19 chilometri, di cui solo 4 realizzati con attività di scavo: quasi l’80% del progetto è stato eseguito mediante il riutilizzo di infrastrutture esistenti, soprattutto aeree.  Il piano di sviluppo dell’opera prevede anche l’utilizzo della tecnologia FWA (Fixed Wireless Access) per la copertura delle unità immobiliari nelle zone che, per morfologia del territorio, sono più difficilmente raggiungibili. Gli interventi di cablaggio hanno interessato anche edifici di pubblico interesse, come il Municipio, la sede della Polizia Municipale, le Scuole, la Sede della Croce Rossa Italiana, il Salone Comunale “Arch. Franco Paglia”, il Campo Sportivo e l’Ufficio Turistico della Pro Loco.

I cittadini possono segnalare a Open Fiber, attraverso la sezione Contattaci del sito (alla pagina openfiber.it/contattaci), o tramite e-mail al Consigliere Comunale Delegato Pierfrancesco Elia (p.elia@comune.aglie.to.it), eventuali anomalie nella copertura dei civici indicata negli attuali database, che sono in continuo aggiornamento, e richiedere chiarimenti.

urbanlungo

“Questo grande traguardo – dichiara il Consigliere con Delega a Sviluppo & Innovazione IT e Trasformazione al Digitale, Pierfrancesco Elia – porta a termine uno tra gli obiettivi cardine del programma elettorale, ci tengo infatti a ringraziare in particolar modo Massimo Monti (Field Manager Città Metropolitana di Torino), Marco Luttati (Regional Manager Piemonte) e Paolo Visconti (Responsabile Network & Operations Area Nord Ovest) che sono stati estremamente collaborativi e determinati nel portare a termine il progetto. Mai ad Agliè abbiamo avuto la possibilità di navigare a queste velocità: un grosso salto per l’intera cittadinanza e per le attività produttive. Siamo ora in grado di connettere ad 1 Gigabit il Comune e le scuole; nel il primo caso ci saranno netti miglioramenti per quanto riguarda la fruibilità dello smart working nonché la produttività degli uffici; mentre nel secondo avremo una scuola più connessa, più pronta per eventuali forme di didattica a distanza e prove INVALSI senza intoppi.

Avere a disposizione connessioni performanti rappresenta un goal non indifferente per Agliè; studenti e lavoratori potranno ora lavorare o studiare anche da casa, certi di poter contare su una linea veloce ed affidabile, e come diretta conseguenza gli spostamenti verranno ridotti, il che è importante nella situazione dell’emergenza sanitaria in corso ma anche nell’ottica di una maggior attenzione e rispetto per l’ambiente. Una conferma significativa e valorizzante del lavoro svolto e dei risultati qualitativi ottenuti è che Agliè è stato nominato da Will Media uno dei borghi più belli d’Italia da cui fare smart working.”

“Tra le domande che mi sono state poste negli ultimi anni, – aggiunge il Sindaco Marco Succio – una delle più frequenti riguardava certamente le tempistiche in cui nel nostro piccolo Comune sarebbe arrivata una connessione a fibra ottica. Si trattava di una domanda di difficile risposta, in quanto la creazione di nuove infrastrutture non dipende solo dalla volontà delle amministrazioni locali, ma da politiche di area vasta.

Appresa quindi la possibilità messa a disposizione dal Ministero per lo Sviluppo Economico, attraverso Open Fiber, ci siamo messi in moto per individuare la strada più rapida per rendere operativo questo progetto sul territorio alladiese. Operatività raggiunta in tempi record grazie alla caparbietà del nostro Consigliere Pierfrancesco Elia, che tengo a ringraziare per la dedizione con cui ha seguito questo progetto, rendendolo concreto in meno di un anno.

Questo nuovo servizio, oltre a costituire un evidente miglioramento alle possibilità offerte ai privati, soprattutto in questa fase storica in cui le connessioni ad internet sono vitali per la gestione del lavoro e degli studi da casa, ritengo che sia anche un elemento attrattivo per nuovi insediamenti commerciali, artigianali industriali, grazie a possibilità di connessione che fino ad oggi sono state un’esclusiva delle grandi città, ma che da oggi si trovano anche nel nostro piccolo borgo.”

Sulla rete di Open Fiber si stima che il traffico in download, nei mesi più duri dell’emergenza Covid-19, sia aumentato dal 40 al 70% (in base al comune, al numero di utenti collegati e al momento della giornata) mentre quello in upload addirittura del 300%. Quest’ultimo dato è particolarmente significativo ed è spiegabile con il massivo ricorso in tutto il territorio nazionale allo smart working. Il lavoro agile consente a chi può di svolgere il lavoro da remoto, senza recarsi fisicamente in ufficio. I vantaggi dello smart working, già in ascesa prima dell’epidemia di coronavirus, sono molteplici. A beneficiarne particolarmente sono le comunità periferiche, le persone diversamente abili e chi non ha la possibilità di recarsi fisicamente in ufficio. In giornate difficili come queste, lo smart working permette a un gran numero di liberi professionisti, aziende e Pubbliche Amministrazioni di proseguire le loro attività lavorative direttamente dalle proprie abitazioni. Non per ultimi, studenti di ogni ordine e grado sono in grado di seguire le lezioni a distanza e sostenere interrogazioni ed esami, tutte cose impensabili senza una connessione adeguata.

Open Fiber è un operatore wholesale only, non si rivolge direttamente ai clienti finali in quanto mette la propria rete a disposizione di tutti gli operatori interessati: bisogna verificare sul sito www.openfiber.it la copertura del proprio civico, scegliere il piano tariffario preferito e contattare uno degli operatori disponibili per poi iniziare a navigare ad alta velocità.

Leggi anche...

spot_img