lunedì 25 Gennaio 2021

INGRIA – Iniziativa del piccolo Comune: buoni spesa rappresentati da una “moneta ingriese”

Un modo per dare nuova linfa vitale al paese

INGRIA – Il Sindaco Igor De Santis, fresco di elezione a Vicepresidente dell’Uncem piemontese, presenta l’ultima iniziativa che il Comune di Ingria ha escogitato per dare linfa ai territori montani: “Da tempo come Amministrazione avevamo in programma un provvedimento per poter intervenire in aiuto alle famiglie residenti nel nostro Comune. Credo che non vi fosse momento più appropriato che le festività Natalizie di questo surreale e difficile anno per rendere esecutiva l’iniziativa”.

E come poterlo fare in modo efficace e diretto? Semplice, stampando banconote di una ipotetica moneta Ingriese (Buoni acquisto a norma di legge).

“Si tratta di un provvedimento in cui si è voluto ritagliare delle risorse dal bilancio comunale per restituirle ai cittadini in forma di buono spesa – prosegue il primo cittadino Ingriese – per cercare di essere vicini e uniti in questi giorni in cui lo scenario del vivere in montagna può esser ancora più difficile, un sostegno spendibile in generi alimentari nelle attività commerciali della nostra Valle Soana. L’idea di emettere dei buoni acquisto nella misura di 50 euro a cittadino, simpaticamente e iconicamente rappresentanti delle ipotetiche banconote di Ingria da 10 e 20 “Lire Ingriesi” (10 e 20 euro) vuole sottolineare l’unità e la rappresentanza delle nostre Terre Alte: un ennesimo sprono a tener duro, come noi gente di montagna sappiamo fare. La volontà è quella di continuare anche in futuro con interventi diretti, concreti e con ricaduta immediata come questo, in parallelo con politiche di progettualità più a lungo termine”.

“Altra storica iniziativa di questo Comune che nel giro di pochi anni con l’entusiasmo dei suoi cittadini è diventato un punto di riferimento modello “Davide contro Golia” – commenta il Consigliere Regionale e Comunale Andrea Cane – ovvero del piccolo che se vuole può osare veramente contro tutto e tutti! Quindi dopo finali mondiali di Comuni Fioriti oggi siamo a ribadire ancora una volta quanto la vita in un borgo isolato di montagna possa avere anche tanti privilegi e aiuti che magari in una grande città non si potrebbero ricevere, senza dimenticare mai le nostre tradizioni. In questi ultimi giorni è stato particolarmente emozionante per me l’aver potuto festeggiare a nome di tutto il Comune la nostra centenaria Angela Delfina nata a Ingria nel 1920: ancora oggi lei ha nostalgia dei suoi luoghi d’infanzia, ebbene noi stiamo semplicemente facendo di tutto affinché le nostre Valli possano presto ripopolarsi usando tutti gli strumenti a nostra disposizione”.

Chiude le dichiarazioni il Consigliere Comunale Federico Bianco Levrin: “Come responsabile al turismo non posso che augurare a tutti gli amici delle nostre montagne delle Buone Feste con la speranza di un anno di “ripartenze”, sia commerciali sia degli eventi delle pro loco e delle associazioni del territorio. Ringrazio tutta l’amministrazione e i dipendenti che hanno lavorato con grande impegno per rendere possibile questa iniziativa: lo scopo è sicuramente quello di poter creare un doppio beneficio economico nel nostro piccolo, prima con un aiuto per i residenti, infine di avere comunque una ricaduta negli esercizi commerciali della Val Soana dove è possibile usufruire della moneta di Ingria”.

urbanlungo

Leggi anche...