sabato 12 Giugno 2021
sabato, Giugno 12, 2021
spot_img

CASELLE TORINESE – Volo d’urgenza dell’Aeronautica Militare per salvare una bimba di 5 anni

La piccola è stata trasportata all'ospedale di Caselle e da lì ricoverata al Regina Margherita

CASELLE TORINESE – Nella tarda serata di giovedì 20 agosto, un Falcon 900 dell’Aeronautica Militare è decollato dall’aeroporto militare di Ciampino verso Reggio Calabria, per effettuare un trasporto sanitario d’urgenza a Torino, in favore di una bambina di 5 anni.

Dopo aver imbarcato la piccola paziente, i genitori e l’equipe medica del Grande Ospedale Metropolitano di Reggio Calabria, l’equipaggio di volo è decollato alle 23.50 alla volta di Torino.

Intorno all’1.30, il velivolo militare è atterrato all’aeroporto internazionale “Sandro Pertini” di Caselle Torinese, dove un’autombulanza ha trasportato la bambina all’ospedale “Regina Margherita”per le cure necessarie.

La richiesta di trasporto, come previsto dalle procedure di urgenza, è pervenuta dalla Prefettura di Reggio Calabria ed è stata disposta dalla Sala Situazioni di Vertice del Comando della Squadra Aerea, la sala operativa dell’Aeronautica Militare che ha tra le proprie funzioni anche quella di disporre e gestire questo tipo di missioni per i cittadini.

Poche ore prima un altro equipaggio del 31° Stormo di Ciampino aveva concluso un trasporto sanitario di un bambino di 8 anni da Lamezia Terme a Brescia.

Il duplice trasporto d’urgenza effettuato dall’equipaggio del 31° Stormo di Ciampino, dimostra che gli interventi dei velivoli dell’Aeronautica Militare a favore della collettività sono quotidiani, 365 giorni l’anno, 24 ore su 24. Oltre ai trasporti sanitari di urgenza che consentono di spostare in tempi rapidissimi pazienti in condizioni critiche, insieme ad equipe mediche specializzate, verso centri specialistici su tutto il territorio nazionale, l’Aeronautica Militare effettua anche trasporti di organi per trapianti, interventi di ricerca e soccorso aereo in caso di persone disperse o traumatizzate e concorre nei soccorsi in caso di pubbliche calamità.

Leggi anche...

spot_img
spot_img
spot_img