spot_img
sabato 25 Settembre 2021
sabato, Settembre 25, 2021

CANAVESE – Cisl Fp e Uil Fpl Asl To4 proclamano lo stato di agitazione

Le motivazioni sono state spiegate in una lettera al Prefetto

CANAVESE – I Sindacati Cisl Fp e Uil Fpl Asl To4, hanno scritto al Prefetto di Torino e al Direttore dell’Asl To4, Lorenzo Ardissone, per proclamare lo stato di agitazione.

Le motivazioni sono da ricercarsi nella comunicazione che hano ricevuto i lavoratori, circa le ferie; nella lettera inviata al Prefetto, sono ben spiegate:

“Queste sigle sindacali ritengono necessaria la proclamazione dello stato di agitazione sindacale per le motivazioni in controversia, di seguito descritte: Le lavoratrici ed i lavoratori operano ormai da oltre tre mesi in condizioni psico-fisiche difficili e si sono comunque sempre resi disponibili, nel suddetto periodo, a modifiche orarie e organizzative, dimostrando responsabilità deontologica.

Malgrado il confronto e le trattative informali tra azienda e sindacato, ove sono emerse tutte le criticità del caso e le differenti posizioni , l’azienda rimarca con tale comunicazione la supremazia dell’azienda rispetto al diritto di concordare un periodo di meritato riposo.

Nel frattempo l’azienda stessa ha dato disposizioni di implementare l’attività, anche facendo ricorso a risorse straordinarie quali quelle individuate dalla legge Balduzzi, per ridurre le liste d’attesa aumentando così la necessità di risorse umane proprio nel periodo che sarebbe finalmente potuto servire per recuperare forze fisiche e psichiche.

L’azienda, inoltre, nello scorso mese di maggio ha provveduto ad assegnare con provvedimento unilaterale l’indennità contrattuale per le malattie infettive, individuando, senza alcun confronto i beneficiari, e nonostante durante la riunione tenutasi in videoconferenza il 29 maggio u.s. le scriventi abbiano chiesto il prospetto con indicazioni di motivazioni e beneficiari di tale indennità, a tutt’oggi nulla è pervenuto.”

Infine, proclamando lo stato di agitazione, chiedono al Prefetto di voler attivare le procedure previste dalla norma di legge in vigore per il tentativo obbligatorio di raffreddamento e di conciliazione.

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img