spot_img
sabato 18 Settembre 2021
sabato, Settembre 18, 2021

TORINO – L’Azione di Licari sposta la futura linea 2 della metropolitana fino a San Mauro Torinese

Nel 2018 aveva già auspicato il prolungamento

TORINO – È stato il primo a crederci fortemente e l’ultimo ad arrendersi, ma come dice il proverbio “chi la dura la vince” e il risultato, mai come ora, sembra vicino ad una conclusione positiva.

La battaglia del Vicepresidente della Circoscrizione 6 ed esponente di spicco di Azione, Licari Numinato Dario, inizia circa due anni orsono, quando, in una nota datata 28 luglio 2018, tra i primi aveva auspicato il prolungamento della futura linea 2 fino all’autoporto Pescarito, arrivando inconsapevolmente a tracciarne il percorso, molto simile a quello che, negli ultimi mesi, gli organi di stampa avevano illustrato ai cittadini dell’area nord di Torino.

Ancora nelle scorse settimane, quando la speranza sembrava svanita si era fatto portavoce, con un ordine del giorno, delle istanze di ben 22 sindaci della cintura nord est di Torino, per riportare l’attenzione sull’importanza di aggiungere alla progettazione definitiva proprio il tratto che, partendo dalla vecchia Manifattura Tabacchi e attraversando i quartieri di Barca e Bertolla portasse la futura linea 2 della metropolitana ad assestare il suo capolinea nord nella strategica zona di Pescarito, al confine tra San Mauro e Settimo Torinese.

“Sono molto contento del risultato ottenuto – sottolinea un soddisfatto Licari – e che la giunta regionale si sia impegnata a trovare risorse per finanziare il progetto, visto che in questo modo si risponde alle richieste dei quartieri periferici di Barca e Bertolla e dei comuni confinanti dell’area metropolitana del nord est e del percorso del Po, spesso dimenticati, ma con tantissimi cittadini bisognosi di mezzi di trasporto efficenti ed efficaci”.

“Il risultato – precisa ancora Licari – non è casuale ma frutto di un attento lavoro di squadra, che ha visto lo stesso documento discusso anche in Regione e proposto al Comune di Torino dal consigliere Claudio Lubatti, oggi responsabile nazionale di Azione, con delega ai Trasporti, Logistica ed Infrastrutture.”

spot_img
spot_img
spot_img
spot_img