lunedì 16 Dicembre , 2019

TORINO – Roberto Rosso (FdI): “Solidarietà ai dipendenti Ca.Nova”

TORINO – “Oggi, alle 16, i lavoratori della Ca.Nova manifestano sotto il palazzo della Regione in piazza Castello, perché trattati come dipendenti di serie B. Pur essendo sotto Gtt al 100% non hanno gli stessi diritti”.

Dichiara l’assessore regionale Roberto Rosso, a cui il sindacato Faisa Cisal si è rivolto per far ascoltare le ragioni della protesta. Infatti come riferiscono i promotori della manifestazione: “I dipendenti Ca.Nova sono esclusi dagli accordi integrativi aziendali, non percepiscono, a differenza dei lavoratori Gtt l’indennità di presenza. Hanno gli stessi doveri, ma non gli stessi diritti”.

Ca.Nova si occupa del trasporto pubblico a Moncalieri, delle tratte suburbane che collegano alcuni comuni della cintura a Torino e delle linee che servono la collina; da luglio la società fa capo per il 100% a Gtt.

“Il trasporto pubblico gestito da Ca.Nova – aggiunge Rosso – non è meno importante di quello di cui si occupa Gtt e i dipendenti devono avere le stesse condizioni lavorative e gli stessi diritti. Non certo di essere trattati come se fossero ‘figli di un dio minore’ perché operano su linee extraurbane. Parificare i contratti è doveroso da parte dell’azienda. Ne parlerò con l’assessore al Lavoro, Elena Chiorino, per trovare una strategia comune e mi metto a fianco di Ca.Nova confidando in una celere risposta da parte dell’amministratore delegato e da Gtt”.

Tra i motivi di malcontento in chi lavora nella società di trasporti Ca.Nova, ci sono anche i tempi di percorrenza delle tratte, considerati dal segretario Faisa Cisal, Davide Schirru, “irrealistici rispetto a quando ci si impiega lungo le strade”. Dunque gli orari comunicati al cittadino non sono corretti: “Se ci si si rimette alle tabelle, quando si arriva a un capolinea si è già in ritardo per la ripartenza”. Inoltre: “Si deve garantire la presenza di servizi igienici adeguati ai capolinea a disposizione degli autisti”.

Anche i mezzi di trasporto non sono idonei. “Gli autobus della Ca.Nova – spiega Schirru – devono essere dotati, come tutti gli altri pullman Gtt, di una cabina di guida con vetri di protezione. Non è un orpello inutile – aggiunge – ma una condizione necessaria per la sicurezza di tutti passeggeri, non solo dell’autista. Se qualcuno colpisse, anche inavvertitamente, il conducente, chi è al volante potrebbe perdere il controllo del veicolo mettendo a rischio l’incolumità di chi è a bordo”.

Leggi anche...

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

- Advertisement -

Eventi

- Advertisement -
- Advertisement -
- Advertisement -

Al Teatro Concordia

VENARIA REALE – Al Teatro Concordia: LAGO DEI CIGNI

VENARIA REALE - La Compagnia “Ballet from Russia” è stata fondata nel 1980 dal coreografo e...

Ultime News

RIVAROLO CANAVESE – Ennesimo principio di incendio in via Trieste

RIVAROLO CANAVESE - Ancora un principio di incendio questa sera, domenica 15 dicembre, poco prima delle...

FAVRIA – Incidente in borgata Chiarabaglia (FOTO E VIDEO)

FAVRIA - Incidente questa sera, domenica 15 dicembre, intorno alle 18, in borgata Chiarabaglia a Favria.

VERCELLI – Valanga investe 4 scialpinisti ad Alagna Valesia

VERCELLI – Intervento del Soccorso Alpino e del 118 oggi, domenica 15 dicembre, in Valsesia.

IVREA – Giocatore di Rugby ferito durante la partita

IVREA – Un giocatore di Rugby del Sondrio, che oggi giocava sul campo “Diego Santi” contro...

RIVAROLO CANAVESE – Esce dal carcere e ruba un’auto (VIDEO)

RIVAROLO CANAVESE - Appena uscito dal carcere di Ivrea, nel torinese, ha rubato una macchina parcheggiata...
X