domenica 29 Novembre 2020

VOLPIANO – L’incrocio della Sp500 con via Pisa, teatro di molti incidenti, verrà messa in sicurezza

La Città Metropolitana ha dichiarato che il prossimo mese verranno avviati i lavori

VOLPIANO – La questione della pericolosità di un tratto della Strada Provinciale 500 a Volpiano, all’incrocio con via Pisa, sarà affrontata con interventi che, pur non risolutivi, partiranno entro il mese di ottobre.

La Città Metropolitana è disponibile comunque a valutare una soluzione definitiva al problema e a stanziare le necessarie risorse. Lo ha ribadito nella seduta odierna del Consiglio metropolitano il Consigliere delegato alle attività produttive, Dimitri De Vita, dopo che il Sindaco di Volpiano, Emanuele De Zuanne, nella sua qualità di portavoce della Zona omogenea Torino Nord, era intervenuto per segnalare la pericolosità di un tratto della Strada Provinciale 500, teatro di gravi incidenti, che hanno causato in totale di 16 morti nel giro di alcuni anni.

L’ultimo soltanto lo scorso 13 settembre, in cui ha perso la vita un giovane motociclista.

De Zuanne ha spiegato che la Provinciale 500 in passato era tronca e serviva esclusivamente il deposito strategico di idrocarburi dell’ENI per il Piemonte, la Valle d’Aosta e la Liguria. Via Pisa si incrocia a T con la Provinciale 500 e serve una zona industriale con 400 addetti. Gli amministratori locali chiedono alla Città metropolitana di invertire gli indirizzi di precedenza, per rendere più sicuro l’incrocio teatro di numerosi incidenti. De Zuanne ha fatto presente che l’ENI dovrebbe realizzare in zona un impianto fotovoltaico da 19 Megavatt, che occuperà con I pannelli una superficie di 380.000 metri quadrati e sarà il più grande del suo genere nel Nord Italia.

La zona, ha spiegato il primo cittadino di Volpiano, presenta comunque un elevato rischio ai sensi della Direttiva Seveso, per la presenza di tre aziende (ENI, Butangas e Autogas Nord) che trattano e immagazzinano idrocarburi come benzina e GPL. Il rischio concreto, valutato dal piano di emergenza esterno, è quello di un incidente stradale nell’incrocio a T che possa causare un incendio di GPL paragonabile a quello avvenuto nel 2018 sulla tangenziale di Bologna, con la distruzione di tutto ciò che era presente nel raggio di 250 metri.

Il Vice Sindaco metropolitano, Marco Marocco, ha concordato sull’opportunità di trattare la questione in sede di Commissione competente. Il capogruppo della Lista “Città di città”, Roberto Montagna, ha sollecitato l’attenzione dell’Ente sul problema e la partecipazione alle conferenze dei servizi inerenti le attività produttive complesse e che comportano rischi. Il Consigliere delegato Dimitri De Vita ha garantito che i lavori di adeguamento della viabilità locale che verranno avviati entro il prossimo mese creeranno le condizioni per la risoluzione definitiva delle criticità. La questione è stata quindi affrontata e approfondita dalla II Commissione al termine della seduta del Consiglio.

Original Marines

Per il tuo Natale...

- Advertisement -

Leggi anche..

VOLPIANO – Il Comune aderisce allo Sportello Amianto Nazionale

VOLPIANO - Il Comune di Volpiano ha aderito allo Sportello Amianto Nazionale, per offrire informazioni e assistenza su argomenti tecnici, giuslavoristici e sanitari in...

VOLPIANO – Innovativo sistema e led per l’illuminazione pubblica

VOLPIANO - Sono iniziati i lavori per l'ammodernamento e l'efficientamento energetico degli impianti di illuminazione pubblica del Comune di Volpiano. Il progetto prevede la...

VOLPIANO – L’Amministrazione Comunale cerca volontari per assistenza Covid-19

VOLPIANO - Riprende la consegna delle borse alimentari ai nuclei familiari bisognosi di Volpiano, da parte della Caritas parrocchiale; in considerazione della situazione di...

VOLPIANO – Arpa: “Nessuna tossicità è derivata dall’incendio all’Amiat”

VOLPIANO – Nessun pericolo di tossicità per l'incendio che si è sviluppato nella notte tra venerdì 13 e sabato 14 novembre, all'Amiat di Volpiano....

VOLPIANO – Incendio all’Amiat di via Brandizzo

VOLPIANO – Un vasto incendio è divampato nella notte all'Amiat di via Brandizzo a Volpiano. Il rogo ha interessato cumuli di “raee”, materiale elettronico (monitor,...

Ultime News

CORONAVIRUS – Oggi in Piemonte 2.021 nuovi casi; 74 in Canavese

CORONAVIRUS - L’Unità di crisi della Regione Piemonte ha comunicato 2.021 nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19 in Piemonte, pari al 14,3%...

BROSSO – Si ferisce mentre taglia legna, ricoverato al CTO

BROSSO - Grave incidente oggi, domenica 29 novembre, a Brosso, in Valchiusella. Un uomo sulla sessantina si è ferito con un attrezzo montato sul trattore,...

CANAVESE – Il Sindaco di Ozegna sul nuovo ospedale: “Perchè ad Ivrea??”

CANAVESE – Il Sindaco di Ozegna, Sergio Bartoli, ha inviato ai media alcune riflessioni sulla realizzazione del nuovo ospedale. “Dalle ultime dichiarazioni da parte di...

TORINO – Il Covid-19 può essere diagnosticato anche con un’ecografia del polmone

TORINO - Uno studio dell'ospedale Molinette di Torino ha stabilito che anche una semplice ecografia del polmone può diagnosticare la polmonite da Covid 19...

CUORGNÈ – Dal prossimo anno due nuovi indirizzi all’Iss XXV Aprile-Faccio

CASTELLAMONTE / CUORGNÈ - Con grande soddisfazione annunciamo che dal prossimo anno scolastico 2021/22, l’ISS XXV Aprile-Faccio nel plesso di Cuorgné attiverà due importanti...