SAN GIUSTO CANAVESE – Nella seduta di questa mattina, mercoledì 18 settembre, del Consiglio Metropolitano, l’assemblea ha approvato una Deliberazione concernente gli indirizzi per le azioni propedeutiche alla destinazione di un bene confiscato alla criminalità organizzata nel territorio del Comune di San Giusto Canavese.

Il Vice Sindaco metropolitano Marco Marocco ha brevemente illustrato le azioni, che vanno a sanare le irregolarità edilizie relative ad un compendio immobiliare confiscato alla criminalità organizzata, composto da una villa e dalle relative pertinenze, compreso il terreno di sedime, il tutto ubicato in strada vicinale Mosa 1. La villa è stata interessata in passato da un principio di incendio. Per rendere fruibile il complesso sono necessari alcuni interventi di sanificazione e ripristino. La Città metropolitana procederà alla pubblicizzazione di una manifestazione di interesse finalizzata ad individuare soggetti interessati all’assegnazione dell’immobile per sei anni in concessione d’uso gratuito.

L’assegnatario dovrà farsi carico della manutenzione ordinaria e straordinaria del bene, per attività di interesse generale per il perseguimento, senza scopo di lucro, di finalità civiche, solidaristiche e di utilità sociale, condizionando la conclusione della procedura alla disponibilità del finanziamento da parte della Regione. La Deliberazione è stata approvata all’unanimità.

Approvati anche gli interventi di somma urgenza per la messa in sicurezza della Strada Provinciale 33 della Val Grande, con la ricostruzione dello scavalcamento sul Rio “Sagnasse” al Km 18+130 nel territorio del Comune di Groscavallo. Il Vice Ssindaco Marocco ha spiegato che i lavori interessano l’unica strada di accesso alla frazione Forno Alpi Graie. La Deliberazione è stata approvata all’unanimità.

Infine, il Consiglio metropolitano, ha preso atto all’unanimità della decadenza del Consigliere delegato ai lavori pubblici, Antonino Iaria, che, avendo assunto l’incarico di assessore all’urbanistica della Città di Torino, era in situazione di incompatibilità con la carica di Consigliere comunale del capoluogo. Il Vice Sindaco metropolitano Marco Marocco ha precisato che il Sindaco Chiara Appendino non ha ancora riassegnato le deleghe che erano in capo al Consigliere Iaria e che non si procederà alla surroga, poiché la lista del Movimento 5Stelle è esaurita.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here