PIEMONTE – Con la firma del Ministro dell’Economia e delle Finanze, lo scorso 18 aprile è stata riconosciuta “ufficialmente” l’Unione Sindacale Italiana Finanzieri, una nuova “voce” che si inserisce nel panorama delle associazioni Sindacali a carattere militare.

L’USIF, in sinergia con il datore di lavoro, tutelerà le donne e gli uomini che vestono la gloriosa uniforme della Guardia di Finanza impegnati quotidianamente nel complesso perimetro operativo affidato alle Fiamme Gialle.

Il contrasto all’evasione fiscale, alla corruzione, il controllo della spesa pubblica, la lotta alla criminalità hanno bisogno di professionisti lungimiranti che difendono la legalità nel Paese. Ed è per questo che è sempre più necessario salvaguardare il lavoro dei finanzieri, tutelandone i diritti attraverso la rappresentanza sindacale.

Oggi nella capitale, nella “Sala delle Carte Geografiche”, circa 200 finanzieri provenienti da ogni Regione, alla presenza di un ricco parterre di ospiti, trasversale, per appartenenza politica, collocazione nel mondo delle istituzioni e delle organizzazioni sindacali, hanno tenuto a battesimo l’Unione Sindacale Italiana Finanzieri.

Con un plebiscito, che ne testimonia compattezza e unitarietà d’intenti, sono stati eletti rispettivamente Segretario Generale Vincenzo Piscozzo e Presidente Umberto Condemi. A loro, in attesa del I congresso nazionale, il compito di guidare l’UISF.

Alla cerimonia di ufficiale riconoscimento, hanno partecipato numerose autorità tra le quali il segretario generale della Uil Carmelo Barbagallo e vari onorevoli e senatori. Il Piemonte ha contribuito attivamente alla nascita del neo sindacato annoverando, oltre al referente, Mirko Saturno, ulteriori 12 soci fondatori.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here