martedì 27 Ottobre 2020

COMUNI MONTANI – In arrivo altri 11 milioni per il Territorio

COMUNI MONTANI – Ai Comuni montani andranno 11 milioni di euro per finanziare iniziative di sostegno alle attività commerciali e consentire di  implementare servizi a favore del terzo settore.

[su_slider source=”media: 179286,179285,” limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

I fondi sono stati stanziati con un decreto firmato dai ministri per gli Affari Regionali e le Autonomie, Erika Stefani, dell’Interno, Matteo Salvini e dell’Economia e delle finanze, Giovanni Tria. Si tratta di un aiuto concreto per incentivare le piccole imprese locali, con l’intento di aumentare anche i servizi di trasporto che possono rivelarsi un volano per le attività commerciali.

Nello specifico sono stati selezionati 407 progetti presentati da Comuni e unioni di Comuni di cui 18 pluriennali e ben 389 annuali. L’investimento è pari a 11.197.867 euro, che pesca nel Fondo integrativo per i Comuni montani. I progetti finanziabili riguardano lo sviluppo socio-economico delle aree per contrastare l’abbandono delle aree montane; in particolare incentivando le offerte commerciali comprendenti servizi diversi, le attività di consegna a domicilio e l’implementazione dei servizi di trasporto.

Soddisfatto il Deputato della Lega l’On. Alessandro Giglio Vigna: “il Piemonte è la Regione più finanziata, molto più di altre grandi regioni montane come la Lombardia e il Veneto; il Canavese è il Territorio più finanziato di tutta la provincia di Torino, infatti su 7 progetti finanziati ben 5 sono di Comuni Canavesani per un totale di 125.000 euro che andranno in egual parte ai Comuni di Ingria, Ribordone, Borgiallo, Pratiglione e Levone, segno dell’interesse di questo Governo verso il Canavese e di capacità e dinamicità amministrativa dei nostri Sindaci e Amministratori Canavesani“.

[su_slider source=”media: 175353″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Contento anche il Sindaco di Ingria Igor De Santis: “Un atteso provvedimento che finalmente si concretizza: con grande piacere sono venuto a conoscenza dello sblocco di questo importante contributo per i nostri Comuni! Risorse importanti per realtà montane come le nostre, con grandi potenzialità ma spesso vittime dello spopolamento commerciale, situazione che non affligge solo la qualità della vita di chi la montagna la vive tutti i giorni, ma che rappresenta anche un grosso ostacolo per la crescita turistica. Alla luce di questa bella notizia vedo molto più vicina la realizzazione del nostro progetto di creare un esercizio commerciale per prime necessità ma soprattutto di prodotti tipici. Questa possibilità credo che oltre a rappresentare un importante servizio per la popolazione sia un potente strumento per sviluppare l’offerta turistica ed incentivare nuovi flussi di visitatori“.

[su_slider source=”media: 179291,179288″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Chiude le dichiarazioni il Resp. Enti Locali della Lega del Piemonte Andrea Cane: “Finalmente dopo 26 anni Ingria riavrà di nuovo un negozio! Non c’è soddisfazione più grande infatti per chi lavora per i propri Territori il fatto di poter veder rivivere e rifiorire i propri Comuni, in passato troppo spesso dimenticati. Tuttavia oggi provo anche un sentimento contrapposto, dal momento che nei giorni passati ho avuto modo di leggere che Uncem e Anci si lamentavano per il mancato arrivo di contributi per la messa in sicurezza degli edifici, attaccando il Ministero dell’Interno. Posso affermare invece, riprendendo le parole dei parlamentari piemontesi della Lega e in particolare del Capogruppo alla Camera Riccardo Molinari, che grazie al ministro Salvini il Piemonte ha ottenuto più di 80 milioni: 4,8 per la videosorveglianza, 52,28 milioni per 1.150 comuni sotto i 20000 abitanti e più di 23 per la manutenzione di scuole e strade. Se per la messa in sicurezza il Piemonte non riceverà contributi è a causa della finanziaria firmata da Gentiloni e dal PD due anni fa, quando fu inserita la scriteriata clausola che premia i Comuni meno virtuosi, invece di quelli che meglio hanno saputo amministrare. Insomma, un modus operandi diametralmente opposto a quello di questo Governo, che si è impegnato per premiare i Comuni virtuosi, sbloccando per esempio gli avanzi di bilancio bloccati per anni dalla sinistra“.

Original Marines
- Advertisement -

Leggi anche..

INGRIA – San Giacomo: eletto Mister Giacomino e inaugurato il nuovo altare (FOTO)

INGRIA - Il nuovo Mister Giacomino Ingriese quest'anno risponde al nome di Germano Bianco Levrin, classe 1942, una vita dedicata alla...

INGRIA / VALPRATO / LOCANA – Finanziamenti Legge 18 Regione Piemonte: commenti dalle Giunte delle Valli Orco e Soana

INGRIA / VALPRATO / LOCANA - "La scorsa settimana ho appreso con gran piacere che il nostro progetto era stato premiato...

CANAVESE – Oggi a “Quattro Chiacchiere da remoto”, il Consigliere Regionale Andrea Cane (VIDEO)

CANAVESE - Oggi a “Quattro chiacchiere da remoto”, si è collegato con noi Andrea Cane, Consigliere Regionale e Consigliere comunale ad...

INGRIA – Due “storiche” figure di Ingria partecipano al “rituale della quercia”

INGRIA - Lo scorso 30 dicembre, due figure molto importanti e rappresentative del Comune di Ingria, lo storico ex Sindaco Giacomo...

INGRIA – Il piccolo paese canavesano finalista di “Communities in Bloom”, il concorso mondiale delle comunità in fiore

INGRIA – Ieri a Pomaretto il florovivaismo congiunto alle capacità amministrative e turistiche di Comuni di tutta la Nazione sono stati...

Ultime News

PIEMONTE – Covid: 1625 nuovi casi in Piemonte; 88 nuovi in Canavese

PIEMONTE – Il bollettino dell'Unità di Crisi della Regione Piemonte oggi, lunedì 26 ottobre, ha registrato 1625 persone positive in più...

CASTELLAMONTE – Il Comitato locale di Croce Rossa riattiva il servizio di consegna a domicilio

CASTELLAMONTE - In seguito al sensibile aumento del numero di contagi da SARS-CoV-2 sul territorio, la Croce Rossa Italiana – Comitato...

CANAVESE – Covid: ospedali periferici al collasso; Nursind: “Non possono reggere accessi da Torino”

CANAVESE - Sono in aumento il numero di pazienti covid positivi che sono costretti a ricorrere alle cure del personale sanitario...

CANAVESE – Si valuta l’attivazione due nuovi Punti di accesso diretto per i tamponi, dedicati alle scuole

CANAVESE - L’ASL TO4 sta valutando per l’attivazione di due nuovi Punti di accesso diretto per l’esecuzione di test rapidi (test...

IVREA – Sale sul tetto dell’auto e grida contro il balcone dell’ex titolare poi prende a calci la volante

IVREA – È salito, in piena notte, sul tetto di una vettura parcheggiata e ha iniziato ad inveire verso il balcone...