martedì 22 Giugno 2021
martedì, Giugno 22, 2021
spot_img

TORINO – Ancora un incendio bus, il commento di Fratelli d’Italia; nuovo sciopero GTT il 10 febbraio

Marrone e Montaruli: “È il momento di sostenere davvero il trasporti.”

TORINO – Ennesimo principio di incendio avvenuto sabato verso le 18,30 nel vano motore sul bus 59 angolo corso Svizzera angolo con corso Regina Margherita, che l’autista ha spento con l’estintore evitando feriti e limitando i danni a lievi solo nel vano motore.

[su_slider source=”media: 179285,179286″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Sulla questione intervengono il dirigente nazionale di Fratelli d’ Italia Maurizio Marrone e la parlamentare Augusta Montaruli: “Fortunatamente nessun ferito tra i passeggeri, ma fino a quando? Forse il Sindaco aspetta che ci scappi il morto prima di ordinare una seria revisione del parco mezzi e disporre la manutenzione o sostituzione dei bus a rischio? Da una parte limita il traffico automobilistico invitando i cittadini a servirsi dei mezzi pubblici e poi non tutela la sicurezza di passeggeri e operatori? È il momento di sostenere davvero il trasporti.”

Intanto il Sindacato Ugl Ferrotranvieri comunica un nuovo sciopero di 24 ore per il 10 febbraio: per il personale viaggiante urbano-suburbano e di metropolitana da inizio servizio alle ore 6,00, dalle ore 9,00 alle 12,00 e dalle ore 15,00 a fine servizio; per il personale viaggiante extraurbano gomma e ferrovia dalle ore 08,00 alle ore 14,30 e dalle 17,30 a fine servizio; per tutto il resto del personale GTT l’intera giornata lavorativa.

[su_slider source=”media: 175353,162328″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

“Dopo un 2018 di scioperi e un primo di 24 ore nel 2019, – afferma il Sindacato – non cogliamo alcuna volontà di affrontare i problemi che minano sicurezza, qualità del servizio e regolarità. Una cosa è certa, in queste condizioni, tra mille difficoltà, mezzi di trasporto spesso inadeguati e carenze manutentive, i Cittadini Torinesi ed i Lavoratori vengono esposti quotidianamente a rischi che dovrebbero essere evitati. Ci aspettavamo un netto cambio di rotta gestionale con la nuova amministrazione comunale e invece le condizioni sono nettamente peggiorate.

Linee e manutenzione vengono continuamente esternalizzate! Pare che in alcuni Stabilimenti la manutenzione sia stata svolta con regolarità, mentre in alcune officina solo il 50% circa della manutenzione programmata sembra essere stata realmente eseguita!”

[su_slider source=”media: 119356,147401,144690″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

“Non devono essere i lavoratori i soliti a pagare le incapacità gestionali altrui Autisti , Tecnici e Lavoratori di ogni settore stanno vivendo condizioni di lavoro e programmazione turni estenuanti! In occasione di sviluppo del piano industriale: e’ necessario assumere autisti e tecnici. Nell’occasione chiediamo di rimodulare i contratti dei neoassunti, riparametrandoli come tutti gli altri dipendenti, eliminando così le discriminazioni.”

E prosegue in modo provocatorio: “Ci chiediamo perchè solo acune sigle sindacali condividono con noi le istanze dei lavoratori, mentre molte altre fanno finta di non vedere e di non sentire le richieste e i disagi dei lavoratori? La Segreteria Provinciale UGL autoferrotranvieri di Torino, insieme alle lavoratrici ed ai lavoratori, ha sempre denunciato in tutte le sedi che la manutenzione dei mezzi è al collasso e che l’organico è ridotto all’osso. Secondo noi – conclude – è necessario capire cosa e chi non ha funzionato e correre immediatamente ai ripari eliminando incapacità e leggerezze gestionali.”

[su_slider source=”media: 179291,179289,179288,179290″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Foto archivio
spot_img
spot_img
spot_img