SCARMAGNO – Trovata l’arma utilizzata da Giuseppe Laforè per colpire Laurent Radici, il 44enne di San Giorgio Canavese.

[su_slider source=”media: 179285,179286″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

Infatti, questa mattina, venerdì 25 gennaio, alle 10,30, in Scarmagno, località Masero, area boschiva, gli artificieri del Comando Provinciale Torino, in collaborazione con i colleghi di Ivrea e Strambino, hanno seguito le indicazioni di Laforè.

LEGGI QUI L’ARTICOLO

Tra le sterpaglie, all’interno di una busta, c’era la pistola “Smith e Wesson” calibro 22, con serbatoio e sei colpi, in buono stato di conservazione, utilizzata da Laforè per commettere il delitto di Radici. Dai primi accertamenti è emerso che si tratta di una pistola rubata

[su_slider source=”media: 175353,162328″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

[su_slider source=”media: 119356,147401,144690″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

[su_slider source=”media: 179291,179289,179288,179290″ limit=”100″ width=”1600″ height=”220″ title=”no” pages=”no” autoplay=”3000″]

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here