TORINO – Ieri mattina, giovedì 15 novembre, si è tenuto presso l’Aula Magna dell’Istituto Scolastico Primo Levi di Torino, l’evento dedicato alla Giornata nazionale in memoria delle vittime della strada, istituita per la prima volta quest’anno, e che ricorre la terza domenica del mese di novembre.

All’incontro erano presenti gli studenti delle classi quinte dell’istituto, in quanto è principalmente rivolta ai giovani l’esigenza di accrescere la consapevolezza delle gravi conseguenze che possono derivare da condotte di guida non rispettose del codice della strada.

I giovani rappresentano infatti i primi destinatari delle campagne di sicurezza stradale: non soltanto perché l’incidente costituisce per loro la principale causa di morte – nel 2017, secondo i dati Istat, gli under 24 che hanno perso la vita sulle nostre strade sono stati 417 – ma soprattutto perché i ragazzi, già protagonisti della strada come pedoni, ciclisti e conducenti di ciclomotori, sono la generazione dei futuri automobilisti ed i migliori portavoce del messaggio di legalità con il mondo degli adulti.
Nel corso della mattinata gli operatori della Polizia Stradale hanno coinvolto i ragazzi presenti con immagini e filmati live sui rischi che si corrono quando si adottano comportamenti scorretti alla guida.

nfimpiantibanner
coferbanner

Gli operatori della Polizia Stradale della Polizia di Stato, come sollecitato dalla legge istitutiva della Giornata Nazionale, hanno introdotto concetti su come:

  • Conservare il ricordo delle vittime e manifestare la partecipazione al dolore dei feriti, delle famiglie, degli amici e delle comunità di cui facevano o fanno parte;
  • Rendere omaggio al coraggio e all’abnegazione dei componenti delle squadre di emergenza, degli operatori delle Forze di Polizia e dei sanitari che quotidianamente si occupano delle conseguenze della morte e delle lesioni causate dagli incidenti stradali;
  • Riflettere sul dolore provocato dalla morte e dal ferimento di milioni di persone nel mondo a causa di incidenti stradali;
  • Informare sulle gravi conseguenze degli incidenti stradali, anche sul piano economico, per le famiglie e per le comunità;
  • Sensibilizzare in particolare i giovani sul valore della vita umana e sulle drammatiche condizioni in cui versano molti superstiti di incidenti stradali

Prevenzione degli incidenti stradali causati dalla guida in stato di ebbrezza alcolica o sotto l’effetto di sostanze stupefacenti o psicotrope.

ilbere
Tritapepe

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here