POLITICA / LEGA – Il senatore della Lega Cesare Pianasso scende in campo per prendere le difese dell’assessore di Ivrea Giorgia Povolo, sotto accusa in questi giorni per via di alcune frasi giudicate razziste e pubblicate su Facebook a gennaio 2018.

«“Quando mancano gli argomenti, quando non ci sono appigli per contestare l’operato di un bravo amministratore, ecco che la sinistra tira fuori la macchina del fango, per cercare di screditare l’avversario politico – commenta – Le frasi di Giorgia Povolo saranno state anche forti, e probabilmente lei stessa si è pentita di averle scritte in un moto di rabbia e di sdegno per un furto subito, ma non hanno nulla a che fare con il suo ottimo lavoro di assessore nella Giunta Sertoli”.

Il parlamentare rincara la dose nei confronti di chi ha lanciato e poi cavalcato le accuse contro l’assessore eporediese.

nfimpiantibanner
coferbanner

“Trovo assurdo che si vada a scavare nel profilo privato di un social network alla ricerca di possibili spunti per una critica che di politico non ha nulla. Stiamo parlando di frasi scritte quando la Povolo era una semplice ragazza sconvolta e arrabbiata per essere stata derubata dai soliti noti. Non rivestiva una carica istituzionale, ma era solo una semplice cittadina, come tante presa di mira da un qualche esponente di quei gruppi di nomadi che vivono perlopiù di furti, rapine e accattonaggio – continua Pianasso – A lei va tutta la mia solidarietà, oltre ad un invito a non mollare, a non darla vinta agli attacchi degli ipocriti che difendono a spada tratta i nomadi, ma solo finchè sono accampati ben lontani dalle loro abitazioni”.»

ilbere
Tritapepe

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here